**
  • Home > Gossip > E' ALLARME: LA GIUNTA MARTINES AVVELENA I CITTADINI
  • stampa articolo

    E' ALLARME: LA GIUNTA MARTINES AVVELENA I CITTADINI

    1495A

    Sono rimasti mortificati dalle parole dell’assessore comunale Enrico Pizza (Pd) apprese sui giornali coloro che hanno parlato nella serata organizzata dal Comitato del Cormor per approfondire gli aspetti sanitari legati alla prevista costruzione di due crematori nel Cimitero di San Vito. Si tratta di persone del tutto estranee a logiche di partito che vivono nel quartiere e che si sono documentate ed hanno riportato in modo molto approfondito e scientifico i rischi per la salute dei cittadini indotti dal funzionamento di forni crematori. Nell’esposizione, oltre ad una specifica e dettagliata analisi delle normative italiane ed europee di settore, sono stati riportati gli agenti inquinanti associati all’attività di produzione salme quali principalmente mercurio, diossine e furani che nuocciono fortemente alla salute in quanto altamente cancerogeni. Sono stati anche riportati casi reali di malfunzionamento di impianti crematori per il superamento di emissioni di diossina, vedi per esempio i recentissimi impianti di Cervignano, Arezzo, Pistoia, Portogruaro che hanno portato a provvedimenti di sospensione in via cautelativa degli impianti stessi da parte dell’ARPA, dopo accertamenti sulle emissioni inquinanti, risultate molto superiori ai limiti di legge. L’allarme nella popolazione è dunque legittimo e ben fondato: a supporto di tale affermazione l’amministrazione comunale dovrebbe leggere quanto indicato nelle “Linee Guida SEFIT (Servizi funerari pubblici italiani)” che indicano di realizzare gli impianti di cremazione in siti distanti dalle abitazioni. Un tanto è ribadito anche dall’UE, che dice “che i crematori sono una fonte nota delle sostanze chimiche menzionate nell'allegato III della Direttiva 2010/75/UE; quando si costruisce un nuovo crematorio si devono considerare in via prioritaria i processi, le tecniche o le pratiche alternative che hanno vantaggi analoghi, ma evitano la formazione e il rilascio di sostanze chimiche elencate nell'allegato III.” Nei confronti del Progettista, tra l’altro presente all’incontro, pur senza intervenire, non è stato sollevato alcun dubbio né riferimento sulla qualità progettuale: vale appena il caso di ricordare come, in generale, il tecnico incaricato sia tenuto a progettare quanto richiesto, non spettando a lui le scelte di indirizzo generali né tanto meno le verifiche ambientali. Quello che è stato messo in luce invece è la mancanza di uno studio complessivo sull’impatto ambientale di una tale opera che dovrebbe stare a monte di ogni ragionamento e considerazione. Si tratta infatti di una zona intensamente popolata posta a contatto con il Centro Studi, con presenza di numerose Scuole di ogni ordine e grado, di chiese e supermercati alimentari sulle quali esiste già una forte pressione di inquinanti da polveri sottili ed idrocarburi. Quanto alle considerazioni dell’assessore Pizza sull’impianto esistente definito “... un vecchio forno da dismettere ...” è un’affermazione pesante che solleva ulteriore grave preoccupazione: trovano così riscontro le segnalazioni di molti residenti di maleodori di plastica bruciata in giornate di scarso giro d’aria. Enzo Martines ha pensato bene di non presentarsi a nessuno degli incontri promossi contro la costruzione dei due nuovi forni crematori voluti dal Pd.

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ