**
  • Home > Gossip > STEFANUTTI REGALA UN PATRIMONIO DELLO IAL ALLA ZAFFIRO
  • stampa articolo

    STEFANUTTI REGALA UN PATRIMONIO DELLO IAL ALLA ZAFFIRO

    1448A

    Come noto lo Ial del Friuli Venezia Giulia è un'impresa sociale (che non ha finalità di lucro) di proprietà dei maggiori sindacati della regione; l'amministratore è il noto commercialista Silvano Stefanutti (vedi foto). Lo Ial possiede il Green Hotel di Magnano in Riviera presso cui è ospitata la scuola alberghiera. Tale struttura si articola su oltre 5.000mq di immobile e migliaia di mq di terreno. Recentemente lo Ial ha ceduto l'immobile (attraverso la cessione del contratto di leasing con la Banca popolare di Cividale) alla Zaffiro Holding Spa per un valore complessivo (residuo Leasing e corrispettivo per la cessione) di poco più di 600mila euro. Tale cessione si è perfezionata il 19 febbraio 2018. Tale cessione ad un importo così basso, di per se risibile, ricordiamo che l'immobile ha una superficie di più di 5.000 mq, non è stata pubblicizzata in alcun modo (ben avrebbe dovuto l'ente tentare una vendita pubblica) e diventa ancora più singolare in quanto, nelle fasi precedenti la vendita, vi è stata la manifestazione di interesse da parte di un altro soggetto all'acquisto, che ha ripetutamente chiesto via Pec di poter visitare l'immobile per formulare un'offerta che comunque indicava nell'ordine dei 3milioni di euro. Mentre in una prima risposta del 21 novembre il dott. Stefanutti si diceva disponibile ad una visita ipotizzando un'interesse alla vendita dal gennaio 2018 dopo ulteriori solleciti il 9 gennaio 2018 ringrazia e scrive: "in questo momento non è di nostro interesse ricevere proposte di acquisto per il compendio immobiliare di Magnano in Riviera"... il tutto come si può vedere, se interessati, da ampia documentazione Pec in nostro possesso. Trascorre appena un mese e Stefanutti "regala" di fatto l'immobile alla Zaffiro ed anzi non risponde neppure alla lettera del 10 febbraio 2018 in cui la società gli richiede di potere vedere l'immobile per fare un'ulteriore offerta avendo saputo che stava per essere messo in vendita. Ci domandiamo, a questo punto, se i sindacati siano a corrente di questa operazione dai contorni molto strani, e ci chiediamo come si possa definire tale operazione se non un bidone agli iscritti in quanto non si comprende la ragione per cui il dott. Silvano Stefanutti non abbia voluto capitalizzare il massimo dalla vendita dell'immobile. 600mila euro per un immobile così grande è più che un regalo e viene spontaneo domandarsi se il consiglio di amministrazione ne sia a corrente o meno.

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ