il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

LE BUGIE DI ANZIT (FI) E LE ACQUISIZIONI DI MARTINES

Domani mattina alle ore 10 Ferruccio Anzit (vedi foto), coordinatore provinciale, si fa per dire, di Forza Italia riunirà in viale Palmanova i candidati del collegio di Udine per le prossime regionali. Oggetto dell'incontro: accettazione candidature. La notizia da lui negata ci è stata confermata da tre sfortunati candidati che si troveranno imbarcati in un partito in cui spirito di squadra e parola data hanno poco valore. Probabilmente per domani il nome del candidato governatore sarà già ufficiale; Radio Londra indica come favorito Massimiliano Fedriga con Riccardo Riccardi assessore esterno. Se così fosse lo sapremo domani quando Riccardi non sarà fra i presenti in sala a firmare ma solo a certificare assieme a Sandra Savino. Indubbiamente rinuciare a correre come consigliere nell'ipotesi in cui non dovesse essere lui il candidato governatore indebolirebbe non poco Riccardi non avendo la forza dell'eletto e soprattutto il riconoscimento del voto popolare. A questo punto in qualunque momento Fedriga o un manipolo di traditori potrebbero estrometterlo dalla giunta regionale. Fra i nomi convocati domani Pier Mauro Zanin, Marco Quai, Alberto Bertossi, Pierluigi Molinaro, Ivan Treleani, Paolo Urbani, Franco Mattiussi, Renato Carlantoni, Micaela Sette. Resta aperta invece la questione Udine. Questa mattina l'ex consigliere comunale dei cinque stelle Mariaelena Porzio ha ufficializzato la sua candidatura in una delle civiche di Enzo Martines assieme al campione di salto in alto Talotti e all'avvocato Andrea Castiglione. Bocce ferme invece nel centrodestra dopo il veto al plurivitaliziato Pietro Fontanini. Una doppia candidatura padana in Regione e in città sarebbe oggettivamente insopportabile per quanti non si riconoscono nella Lega di Matteo Salvini.