**
  • Home > Gossip > LA LEGA DEI VITALIZIATI PONE IL VETO SU RICCARDI (FI)
  • stampa articolo

    LA LEGA DEI VITALIZIATI PONE IL VETO SU RICCARDI (FI)

    1357A

    Chi ben conosce i flussi elettorali in Friuli Venezia Giulia sa perfettamente che l'affluenza al voto alle regionali sarà inferiore circa del 20% rispetto a quella delle recenti politiche. A rischiare di perdere elettorato, in questo caso, sono i partiti che hanno goduto del cosiddetto voto di pancia; ormai sazi di vendetta, difficilmente si ripresentano alle urne per una seconda volta a distanza di poche settimane. A rendere, poi, più rischiosa la posizione della Lega è l'eventuale presenza di una lista del Presidente, nel caso Massimiliano Fedriga optasse per una tale scelta rispetto la lista "Speciale" Bini-Saro che eroderebbe voti ai leghisti. Ultima, ma non minore, debolezza della Lega in Friuli Venezia Giulia, pare essere il ritorno dei ricchi morti viventi. A Udine, infatti, i padani vorrebbero candidare a sindaco il plurivitalizato pensionato Pietro Fontanini (65 anni) sponsorizzato dal già vitaliziato senatore Mario Pittoni (68 anni). Il gruppo udinese di Fontanini per il consiglio regionale punterebbe, invece, su un altro ritorno eccellente: il già tre volte consigliere regionale ed ex presidente della Fiera di Udine Maurizio Franz (vedi foto). Franz consigliere regionale ininterrottamente dal 1998 al 2013 alla fine del terzo mandato incassò direttamente una liquidazione di 330mila euro. Discorsi questi che potrebbero sciogliersi come neve al sole qualora in queste ore di trattative romane permanessero il veto della Lega su Riccardo Riccardi e quello di Forza Italia su Pietro Fontanini.

  • Commenti

  • Perbenista perche non parli delle sorti del PD regionale ? Commento inviato il 08-03-2018 alle 14:15 da anonimo
  • finalmente ho trovato il titolo di studio di pittoni: LICENZA MEDIA INFERIORE!!Giustamente era con la tunnellini (ex ministro dell'istruzione e rieletta) all'istruzione- era difficilissimo da trovare Commento inviato il 08-03-2018 alle 13:18 da cassie
  • Il 4 marzo, per quanto auspicabile, non sarà ripetibile il 29 aprile: sia per il diverso scenario che per i tempi bliblici della formazione di un governo nazionale. Con i veti incrociati si rischia di non fare molta strada e, molto dipenderà anche dalle liste dei candidati. Candidabili vecchi possono essere il nuovo e giovani possono essere il vecchio. Niente può essere dato per scontato e gli elettori attendono fatti dalla Regione, perchè di chiacchiere se ne sono sentite anche troppo. Fedriga, con la proiezione a livello nazionale, pare improbabile che si proponga alla Regione. Rimane Riccardi, è utile estrometterlo con le conseguenti ripercussioni? Commento inviato il 08-03-2018 alle 13:16 da Vittorio Scialpi-Destra

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ