il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

FRIULI: POLITICI A BRACCETTO CON IMPRENDITORI DISCUSSI

Il voto espresso dagli italiani il 4 marzo ha indicato una chiara volontà di cambiamento ma soprattutto un voto di pancia oltre che di testa: la gente, gli italiani, sono stufi della vecchia politica. Ma essere stufi della politica vuol dire essere stufi di un certo modo di fare politica e non indica certamente una questione anagrafica dei candidati. Ciò detto, meraviglia continuare a vedere come molti importanti  importanti del Friuli Venezia Giulia si interfaccino continuamente con imprenditori di dubbia moralità ed etica; imprenditori con seri procedimanti penali in corso o nel pieno di inchieste giudiziarie ampiamente pubblicizzate dalla stampa. Apparire in convegni e fotografie con questi signori, condividere progetti politici, farsi pagare le campagne elettorali, piuttosto che prendere parte frequentemente a colazioni e cene in loro compagnia rimanda alla memoria di quanto affermato più volte dal magistrato, presidente della Anm, Piercamillo Davigo: "I politici perbene non dovrebbero stare seduti vicino ai corrotti", ha detto. "Nel 1992 erano molti i politici che si vergognavano di essere stati sorpresi a rubare. Ho detto, ricevendo molte critiche, che oggi in molti continuano a rubare, ma non si vergognano più. Ribadisco che molti lo fanno, che non vuol dire tutti: per distinguere le pecore bianche da quelle nere, bisogna fare i processi. A qualche politico ho chiesto se si rendeva conto che se continuava a sedersi vicino a un corrotto, i cittadini fossero autorizzati a pensare che siete uguali. Sarebbe meglio dire 'finché c'è lui, io qui non mi siedo'. E forse allora - ha concluso Davigo - anche chi commette reati tornerebbe a vergognarsene". Ogni politico è libero di fare quello che vuole e appellarsi comodamente ad una visione garantista, ma sia chiaro che, a scandalo consumato, sarà troppo tardi per questi signori dichiararsi all'oscuro di tutto.