il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
CLICCA SUL BANNER IN BASSO DI VIDEOTELEBLOG

FRANCESCHINI FA IL CASTING A CERNO PER IL DOPO RENZI

Tommaso Cerno (vedi foto) si salva dalla disfatta elettorale del Pd alle politiche e in Lombardia, dove il leghista Attilio Fontana sconfigge il candidato dem di centrosinistra Giorgio Gori. "Grazie Milano! Grazie ai milanesi, ha scritto su twitter Cerno, che mi hanno adottato dandomi fiducia mentre in Italia montava la grande protesta di M5s e Lega. Grazie anche al mio Friuli. Porterò sempre con me il suo affetto e la sua gente". Cerno è stato eletto nel collegio Milano 1, con il 41,25% dei consensi. Nel capoluogo lombardo, contrariamente al risultato nazionale, il Pd è il primo partito con il 26,96%. La candidatura di Cerno, voluta da Matteo Renzi fu oggetto di grandi polemiche anche all'interno dei democratici: soprattutto l'ex fedelissimo renziano ha avuto un collegio sicuro mentre altri esponenti del Pd - come Minniti - hanno dovuto affrontare sfide ben più ostiche. Perdendo. Ma in Friuli vi è un detto che dice "non c'è un male che non è anche un bene". Così questa mattina Tommaso Cerno si è svegliato più felice del solito sapendo che nel pomeriggio non sarebbero tardate le dimissioni del segretario Matteo Renzi e che il Ministro Dario Franceschini che ben conosce da quando, giovane addetto stampa di Mauro Fabris (Udeur), condivise con lui una campagna elettorale a Ferrara avrebbe avuto bisogno di un volto nuovo da lanciare dopo quello ormai bruciato di Debora Serracchiani. Ironia della sorte entrambi friulani con un passato romano. Se Cerno è stato in grado di scale L'Espresso e La Repubblica in pochi mesi, non avrà certo difficoltà, con l'aiuto di certa stampa amica, a scalare un Pd in piena crisi.