il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
PARENTOPOLI IN MARILENGHE AL TEATRI STABIL FURLAN

CECOTTI SI CANDIDA E ANNULLA LE LISTE DI BINI E ZANON

Sergio Cecotti (vedi foto) sarà il candidato governatore alla Regione Fvg per il Patto per l’Autonomia. Lo ha confermato lui stesso nel corso della convention al Teatro San Giorgio di Udine che ha anche confermato l’appoggio del nuovo movimento autonomista al candidato sindaco Andrea Valcic leader della civica Cantiere per Udine. "In questi anni la coesione istituzionale, sociale ed economica di questa terra è stata minata e la stessa specialità è fortemente a rischio. Per questo serve un partito territoriale, ruolo che il Patto per l’Autonomia si avvia a incarnare in virtù di un consenso che cresce tra la gente. Arriva un momento nella vita in cui si deve scegliere se fare ciò che è giusto o ciò che conviene. Ora la cosa giusta per il futuro di questa regione è obbedire al richiamo di tutti coloro che non si rassegnano alle macerie di ciò che eravamo ma vogliono ricostruire», ha affermato Sergio Cecotti. Parole dure da parte di Rosario Di Maggio nei confronti dei presunti autonomisti che oltre al nome non hanno nulladi tale. Il riferimento è a quanti come Renzo Tondo e Ferruccio Saro, all'incontro del 2017 di Ialmicco, si sono rifiutati di sottoscrivere una presa di distanza ufficiale dai partiti nazionali. A questo appare evidente che con questa operazione viene meno il lavoro degli ultimi mesi di quanti con le liste Progetto Fvg, Una Regione Speciale, Autonomia Responsabile, etc. hanno tentato di costruirsi un'identità civica in grado di attrarre voti. Una vera e propria mazzata per Sergio Bini, Christian Vaccher, Emanuele Zanon, Attilio Vuga, Luca Ovan e Luca Mazzaro. Preoccupazioni all'orizzonte anche per Sergio Bolzonello viste le dure critiche mosse dal marito di Magda Uliana ad un Pd incapace di scaldare i cuori e soddisfare la Corte dei Conti.