**
  • Home > Gossip > I TANTI ABITI DELL'IRRICONOSCENTE SERGIO BINI
  • stampa articolo

    I TANTI ABITI DELL'IRRICONOSCENTE SERGIO BINI

    1293A

    Strana la vita e rara la ricoscenza, specie da parte di chi, dopo anni di politica, vuole vestire gli abiti del nuovo Macron. Secondo Il Piccolo di oggi, "di Tondo, Progetto Fvg ha parlato in una recente riunione interna. I commenti non sono stati positivi di fronte alla recente svolta in direzione Riccardi. L'ex presidente della Regione si era ritagliato un ruolo super partes, hanno rilevato i biniani, ma, non appena incassato da FI il via libera per l'uninominale di Trieste, una via aperta verso il Parlamento, ha ufficializzato la sua preferenza per la candidatura del forzista alla presidenza dela Regione Fvg". Nel maggio del 2013 alcuni soci lavoratori della Cooperativa Euro Promos di Udine scrissero alla redazione de Il Perbenista, alla Presidente della regione Debora Serracchiani, alla presidenza della Lega Coop. Nazionale, alla presidenza della Lega Coop. Fvg, al collegio sindacale di Euro Promos e ad alcune autorità giudiziarie, lamentando una gestione troppo "personalistica" da parte del presidente Sergio Bini. Le colpe mosse al presidente Bini erano fondamentalmente due: la prima concerneva la riduzione delle buste paga dei dipendenti, la seconda un eccessivo appoggio dato in campagna elettorale ad un assessore regionale uscente; sostegno che arrivò al punto da "obbligare", a detta di alcuni dipendenti, gli stessi a partecipare a varie cene elettorali. Ciò che appare strano, o quanto meno di cattivo gusto, in un momento in cui si chiede trasparenza e netta separazione fra controllori e controllati, pubblico e privato, è osservare come il presidente della Euro Promos avesse indossato ora gli abiti dell'imprenditore partecipando a gare pubbliche regionali, fra cui un appalto all'Ater e ora gli abiti del pubblico amministratore, tagliando nastri e inaugurando strutture pubbliche in qualità di vice presidente regionale Ater (vedi foto). Ma fu opportuno e totalmente regolare che il vice presidente regionale dell'Ater unica, Sergio Bini, in qualità di presidente della cooperativa Euro & Promos, nel 2013, avesse vinto e gestito l'appalto delle pulizie dell'Ater di Trieste?" Qui di seguito vi riportiamo un riassunto della presunta situazione di incompatibilità sollevata negli anni a cui mai la giunta Serracchiani e l'assessore Santoro diedero risposta: "A Febbraio 2013 la giunta regionale Tondo indica il presidente di Euro & Promos coop. Sergio Emidio Bini, vice presidente vicario dell'Ater Fvg; a marzo dello stesso anno avviene la nomina. Sulla Gazzetta ufficiale di febbraio 2013 è pubblicato l'avviso di aggiudicazione appalto dell'Ater di Trieste, in cui si legge testualmente. " Aggiudicazione appalto 24/12/2012 , Lotto 1 - offerte pervenute 8 - aggiudicatario Euro & Promos coop. - Udine - valore iniziale euro 1115795,49 - valore finale euro 770813,39 ..... il responsabile del procedimento sig. Villari"

     

     

     

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ