il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

A LEXFEST IL MARCHESE DEL GRILLO TOMMASO CERNO (PD)

L’iniziativa “Conversazione su giustizia e cronaca oltre garantismo e giustizialismo” con Tommaso Cerno (giornalista) ed Enrico Mentana (direttore TG La7) prevista per oggi pomeriggio a Cividale nell'ambito del LexFest ed inserita nella lista degli appuntamenti formativi dell'Ordine dei giornalisti Fvg, era stata considerata inopportuna dopo la discesa in campo dell'ormai ex condirettore di Repubblica nella competizione elettorale. Ad intervenire sulla vicenda  che poteva creare non poco imbarazzo è stato direttamente il Presidente nazionale dell’Ordine dei giornalisti, Carlo Verna, che ha impartito precise disposizioni per la campagna elettorale in merito ai corsi di formazione. In particolare non potranno essere accreditati eventi ai quali partecipano, in qualità di relatori, candidati alle prossime elezioni politiche. “Alla luce di tali disposizioni, si legge in una nota dell'Odg FVG, la partecipazione all'incontro su “Giustizia e cronaca oltre garantismo e giustizialismo” in programma il pomeriggio del 3 febbraio a Cividale nell’ambito di LexFest non darà diritto ad alcun credito, mentre quello su “Fake news, Giustizia e cyberbullismo” in programma, sempre nell’ambito della stessa manifestazione, nella mattinata di sabato 3 resta inserito nel programma di formazione ma non vedrà più fra i relatori il Sottosegretario alla Giustizia, Cosimo Ferri. Insomma Cosimo Ferri ha rinunciato ad essere presente, del resto è candidato ad Arezzo, Siena e Grosseto. Non così Tommaso Cerno che deve aver pensato che, anche senza corso giornalisti,  la comparsata poteva essergli utile nel suo collegio elettorale ma qualcuno forse lo stesso direttore di La7 Enrico Mentana si deve essere chiesto se era giusto restare a far “da spalla” elettorale al suo ex collega. Così detto fatto l'iniziativa era stata alienata, troppi imbarazzi a troppe persone. Invece, sorpresa della casta e dei padroni dell'informazione, tutti hanno chiuso un occhio, persino il sindaco di Cividale, Stefano Balloch, che da mancato candidato al proporzionale per Forza Italia ha ceduto volentieri i riflettori della sua città all'amico candidato al proporzionale per il Pd (vedi foto). Ovviamente il tutto con la massima gioia dell'organizzatore Andrea Camaiora, che solo pochi mesi fa aveva invitato al suo lussuoso matrimonio in Puglia Tommaso Cerno e Stefano Balloch. Ma Tommaso Cerno, paladino dei diritti civili con considera la par condicio un diritto delle elezioni? Allora perchè non chiamare sullo stesso palco anche un esponente candidato per il centrodestra ed uno M5S?