il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
MENTRE LA PROCURA APRE UN'IDAGINE, IL CAPO DELLO STATO NOMINA IL DIRETTORE DELLA CASA DI RIPOSO DI PALUZZA CAVALIERE DEL LAVORO

MARTINES NO LIMITS: ARROGANTE PARTENZA DEL PD

Ieri mattina nella Casa della Contadinanza in Castello si è tenuto un incontro elettorale del candidato sindaco Enzo Martines, consigliere regionale del Pd. Così recitava l'avviso: "Udine territorio del futuro". Moderati dal direttore del Messaggero Veneto Omar Monestier, interverranno i docenti universitari Elena D'Orlando e Roberto Grandinetti, la scrittrice Antonella Sbuelz e l'urbanista Paolo De Clara". Eppure, a quello che a detta di Anna Dazzan, addetta stampa del candidato sindaco del Pd, era un incontro voluto e organizzato da Martines, viene dato un aspetto istituzionale, omettendo dalla locandina qualunque simbolo di partito o riferimento politico/organizzativo e citando fra i relatori una serie di docenti universitari (sebbene l'università dovrebbe avrebbe un ruolo terzo e indipendente rispetto alla politica). L'evento, organizzato nella Casa della Contadinanza, come mostrano le foto ha portato nella sala un numero di persone decisamente superiore a quello che la legge consente per capienza, ma nessun addetto alla sicurezza è intervenuto. Viene da chiedersi se sia stata una leggerezza oppure un segno di sudditanza da parte degli usceri/vigilantes verso il partito che governa Comune e Regione Fvg. Alla domanda da noi posta a Enzo Martines, ossia chi aveva pagato la sala e a che cifra, nonostante il vecchio rapporto di conoscenza, il candidato sindaco ha preferito tacere delegando alla risposta la sua addetta stampa Dazzan (vedi foto post), la quale ha preferito, sebbene collega, darci del Lei. Non meraviglia, invece, l'ampio spazio dedicato sulla stampa odierna, visto che a moderara l'evento elettorale era il direttore del Messaggero Veneto, Omar Monestier, e a svolgere il ruolo di addetto stampa del candidato del Pd è Anna Dazzan, collaboratrice della stessa testata. La mancanza di stile, a nostro avviso, non è stata da parte di Monestier che non si è mainegato a nessun invito, ma di Enzo Martines confondendo un evento elettorale con un convegno istituzionale. Da notare anche il "like" del prof. Roberto Grandinetti messo nella risposta su Facebook della Dazzan; per quanti non lo ricordassero Grandinetti oltre ad essere un iscritto storico della sinistra è stato anche assessore comunale a Udine proprio con i Ds di Martines.