il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
IL VICE PRESIDENTE DE LA QUIETE SMASCHERA IL DIRETTORE GENERALE GUARNERI

RIMBORSI DA SAVOIA PER MATTIUSSI, TEGHIL E PITTON

La Provincia di Udine ha ormai in organico appena 38 dipendenti. Una macchina, quella di Palazzo Belgrado, che esiste e costa solo per pagare la struttura politica. Pietro Fontanini dichiarò che avrebbe dimezzato le auto blu: lo ha fatto. Erano due vetture di rappresentanza per tutta la giunta, adesso ne è rimasta solo una: la sua. Una delle tre deleghe rimaste alla Provincia è la tutela della lingua Rom, un paradosso se si pensa che al governo dell'ente vi sia la Lega Nord. L'ufficio di segreteria del Presidente è formato da quattro persone: Patrizia Pauletig, addetta alle missioni, alla corrispondernza e alla gestione dell'Agenda di Fontanini, Ilaria Gonano, addetta stampa, Franca Milanese e l'autista personale Paolo Caligaro. Vediamo adesso i compensi: Pietro Fontanini ha un'indennità mensile di 4.680 euro, il suo vice Franco Mattiussi percepisce 3.410 euro, Asia Battaglia, Beppino Govetto e Carlo Teghil 3.031 euro, Marco Quai (unico ad avere un lavoro al di fuori) 2.021 euro. Ma il vero scandalo, tenendo conto della quasi totale mancanza di deleghe operative della giunta provinciale è il compenso per rimborso chilometrico (apri allegato Pdf e leggi) percepito da Franco Mattiussi, Carlo Teghil e Fabrizio Pitton. Nell'anno 2016 Carlo Teghil ha ottenuto un rimborso chilometrico di 11.500 euro, Fabrizio Pitton di 6700 euro e Franco Mattiussi di 6000 euro. Nel 2017 il trend si dimostra essere lo stesso come si vede dall'allegato, pur avendo sempre meno lavoro da fare.