il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
FORGARIA: PIERLUIGI MOLINARO NELLA BUFERA

SAN DANIELE: MEGA RIMBORSI ALL'ASSESSORE DEL VENERDI'

Proprio ieri abbiamo pubblicato nel post precedente la vettura dell'assessore ai lavori pubblici di San Daniele, Carlo Toppazzini, in uno stallo riservato ai disabili nella piazza del Comune. E oggi ci soffermiamo nuovamente su di lui per un'altra vicenda che ha indisposto molti suoi concittadini. Nel 2013 con l'elezione a sindaco di Paolo Menis, Carlo Toppazzini Prusian, capolista di una civica di area Pd viene nominato assessore ai lavori pubblici, ambiente e patrimonio. Dopo qualche tempo, a San Daniele, sono in molti ad accorgersi della sua costante presenza, durante il venerdì mattina, in caffetterie ed osterie. Un mix di sete e pubbliche relazioni verrebbe da pensare. Presto i malumori in paese aumentano e cominciano a trapelare informazioni e copie di documenti provenienti dalla segreteria comunale. A permettere una certa arroganza e tranquillità in consiglio comunale è l'anomala maggioranza formata da Pd e Forza Italia. Chi non si da per vinto, invece, è Ezio Molinaro, attivista del Movimento 5 Stelle, che il 20 febbraio 2015 deposita in Municipio una richiesta di accesso agli atti (apri allegato Pdf e leggi) avente per oggetto: "richiesta dati somme erogate dal Comune per Artt.79 e 80 del TUOEL decreto legislativo n.267/2000 - permessi spettanti agli amministratori locali". Il segretario consegna un elenco exel, una serie di fatture che arrivano a superare i 3mila euro (vedi foto e clicca sopra per ingrandire ulteriormente) ed una parte di bilancio; i giustificativi approvati dal sindaco Menis vengono, invece, considerati estremamente riservati, perchè potrebbero ledere la privacy. Ma ciò che emerge immediatamente è che, oltre a percepire l'indennità di assessore, chiede il rimborso per oltre sei ore di lavoro a venerdì quando sulla targa del suo ufficio in Municipio è precisato che riceve eslusivamente per appuntamento. Ad oggi, sebbene la questione sia nota in tutto il paese, nessun consigliere comunale, Menis compreso, è intervenuto sull'argomento, neppure il candidato sindaco Valent. A questo punto ci auguriamo un'attenta verifica della Corte dei Conti. Chi fosse interessato può richiedere alla nostra redazione copia degli altri documenti comprovanti i regolari rimborsi effettuati per il venerdì di Toppazzini.