il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
IL VICE PRESIDENTE DE LA QUIETE SMASCHERA IL DIRETTORE GENERALE GUARNERI

SCOCCIMARRO SCONFESSA CANDOTTO: TENSIONE PER I COLLEGI MAGGIORITARI

Nel tardo pomeriggio di ieri il coordinatore cittadino di Fratelli di Italia, Ugo Falcone, ci ha fatto sapere di non avere mai indicato direttamente o indirettamente il nome di Enrico Bertossi quale possibile candidato sindaco del centrodestra udinese. 2Di quanto dice il coordinatore provinciale Gianni Candotto bisogna chiederne conto a lui direttamente". Nel frattempo su Facebook piovono prese di distanza da parte di vari iscritti a Fdi in merito ad un indicazione di Enrico Bertossi. Antonio Lenoci scrive: "oggi mi sembra che lo stile "Messaggero Veneto" abbia accomunato i blogger di Udine, anche tu hai scritto delle "diciamo inesattezze" per non dire ".........". Daniele Franz e l'ingenuo segretario provinciale Gianni Candotto non rappresentano il pensiero degli iscritti a Fratelli d'Italia del circolo di Udine". Ma il commento più autorevole ci arriva via sms alle prime ore di questa mattina; il coordinatore regionale di Fratelli di Italia, Fabio Scoccimarro (vedi foto), scrive: "Non ho nessuna notizia ufficiale e/o confidenziale di una volontà di candidare Enrico Bertossi. Lo puoi scrivere. In tutte le riunioni non era mai all'ordine del giorno. I miei dirigenti hanno tutti smentito". Parole prevedibili quelle di Scoccimarro che in passato aveva più volte espresso la propria simpatia per una candidatura a sindaco di Udine del Presidente della Provincia Pietro Fontanini anche in vista della composizione dei prossimi collegi maggioritari della coalizione del centrodestra per la Camera dei Deputati. A Pordenone è in atto un forte braccio di ferro fra la leghista Vannia Gava e Luca Ciriani (Fdi). Secondo alcune ricostruzioni la ripartizione dei collegi maggioritari potrebbe suddivisa nel seguente modo: tre a Forza Italia, tre alla Lega Nord ed uno a Fratelli di Italia. Una candidatura di Enrico Bertossi a sindaco scontenterebbe buona parte dell'elettorato moderato che non vedrebbe di buon occhio l'ex assessore della giunta Illy, a partire dalla lista Identità Civica fino a Autonomia Responsabile e ovviamente leghisti. A farne le spese sarebbe inevitabilmente il candidato del collegio maggioritario che a Udine potrebbe essere il vice coordinatore regionale azzurro, responsabile del tavolo cittadino, Massimo Blasoni.