il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

TONDO CHIUDE DEFITIVAMENTE A SERGIO BINI

Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa  fra Forza Italia, Autonomia Responsabile e Area Popolare, proprio nella sede del Palazzo della Regione Fvg, è arrivata la doccia fredda a Sergio Emidio Bini. Il leader di Ar, Renzo Tondo (vedi foto), affiancato dai fedelissimi Sibau, Revelant, Santarossa, Bosetti, Faccin e Gasparutti, rispondendo ad una serie di domande ha ribadito che non farà alcuna fusione con Progetto Fvg. Autonomia Reponsabile, ha una sua storia ed un suo gruppo dirigente strutturato, ma, soprattutto, non dovrà raccogliere le firme per le prossime regionali. Per questo, se Sergio Bini vorrà candidarsi nella lista di Ar troverà ospitalità, ma è esclusa qualunque fusione fra le due liste e qualunque modifica al simbolo originale di Ar. Un'asse centrale, quello stretto e rimarcato oggi dai capogruppo Tondo, Colautti e Riccardi, che lascia poco spazio di movimento a Sergio Bini, paragonato in sala al "Bandelli di turno", Saro-diretto ed impegnato più a far perdere qualcuno che a far vincere la coalizione. Nel frattempo, dopo il senatore Carlo Pegorer, anche il consigliere regionale Mauro Travanut chiede conto al vice presidente Sergio Bolzonello se siano state effettuate tutte le dovute procedure di controllo, da parte della regione, nel corso della trasformazione di Euro & Promos da cooperativa e s.p.a.