il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

I DINOSAURI CHE CI MANGIANO IL FUTURO

Sono quelle stesse persone che, ciascuna nella propria veste, cerca di convincere l'opinione pubblica che il mondo sta cambiando. Invece, mentre il mondo va a rotoli e nulla cambia, i portavoce delle categorie produttive si ritrovano nella sperduta Martignacco a omaggiare il pluri vitaziiato Ferruccio Saro. A organizzare la serata politica Daniele Damele, il neo dirigente regionale a capo dell'ufficio marketing di Ersa Fvg. Già il titolo ha il sapore di una beffa "Fvg 2023: Quali scelte economiche per costruire il nostro futuro?". Il futuro di chi? Probabilmente il loro, ossia dei relatori. E chi sono i relatori che si prefiggono di parlare del 2023, quando tutti loro saranno possibili ospiti delle case di riposo? L'ex senatore socialista Ferruccio Saro, il presidente di Confindustria Pordenone Michelangelo Agrusti, il presidente della Cciaa Giovanni Da Pozzo con il suo collega triestino Antonio Paoletti e il presidente regionale degli artigiani Graziano Tilatti. A moderare la serata, il direttore del Messaggero Veneto, Omar Monestier, ormai di casa alle riunioni di Saro al Podere di Martignacco. Ma che senso hanno gli editoriali di Monestier che auspicano una buova classe dirigente? Che senso ha trasformare il quotidiano cartaceo in un sito web quando le notizie parlano solo di politici della prima repubblica? Che senso ha volere una Confindustria regionale unica, cercando di guardare al futuro, per poi dialogare con Paoletti e Tilatti?