il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

INDUSTRIALI E TRIESTINI SPINGONO DE TONI CON RENZI

Molto peggio che uno smacco per i vertici del Pd regionale, costretti a dover attendere che gli industriali terminassero i loro colloqui e selfie con Matteo Renzi prima di poter interloquire con il segretario del proprio partito. Ad Antonella Grim, Salvatore Spitaleri e Renzo Travanut non è piaciuta per nulla la visita, con presentazione del proprio libro, a Portopiccolo di Matteo Renzi. "Nessuno - affermano i democratici - in direzione ha saputo nulla fino all'ultimo; peggio ancora poi apprendere che il segretario nazionale del Pd faccia tappa in un porticciolo Vip privato invece che girare per le piazze e le industrie in crisi di Trieste". Presenti con il corpo ma assenti con lo spirito Sergio Bolzonello e Debora Serracchiani. Marco De Eccher, Michelangelo Agrusti e Alessandro Calligaris i moschettieri di Renzi; tutto il resto fuffa. Ad un certo punto, dalla folla, spunta come un elfo il rettore di Udine, Alberto Felice De Toni, che, scortato dal senatore Francesco Russo, abbraccia Renzi con la speranza di un'incoronazione sul posto. Nessuna parola da parte di Renzi sulla volontà di portare a Roma Debora Serracchiani, ridotta al pari di Irene PIvetti, a far parlare più delle sue storie sentimentali che dei suoi ruoli politici. Neppure un cenno ad una possibile candidatura nel 2018 di Sergio Bolzonello a governatore del Friuli Venezia Giulia. "Pensando alla Sicilia", molto meglio un esponente della società civile, magari un rettore se Riccardo Illy, a pochi metri da lui, non dovesse accettare.