il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

OMAR TWITTER: IL SICARIO DEL PD

Premessa inconfutabile: Il sottoscritto non ha mai dichiarato la propria volontà a candidarsi sindaco in quota M5S e quelle volte che il Messaggero Veneto lo ha ipotizzato, come ieri, ha provveduto immediatamente a smentire. Stamane sul quotidiano diretto da Omar Monestier (vedi foto) si legge "Il M5S boccia Belviso ma la Porzio lo difende"; di seguito un distorto ragionamento di alcuni consiglieri regionali pentastellati, che non hanno titolo a parlare del Comune di Udine, e la conclusione che, essendo Il Perbenista reo di aver criticato, come tutti, anche dei politici grillini, non potrà correre per Palazzo D'Aronco nonostante le cortesi parole della consigliera comunale Porzio. Ma quando mai ho chiesto, sperato o voluto essere candidato sindaco? Monestier, da perfetto sicario del Pd, ha fatto riprendere con gran fretta un paio di post apparsi in serata su Facebook nella bacheca della signora Eleonora Frattolin e della scrittrice Mariaelena Porzio al fine da bruciare ogni ipotesi di candidatura non digerita dai vertici del Partito Democratico e di mettere in evidenza le faide interne ai grillini. Fu sempre il sicario del Pd, pochi giorni fa, sebbene in vacanza fuori Italia, a chiedere al capogruppo azzurro in consiglio regionale, Riccardo Riccardi, di scusarsi immediatamente con la Governatrice Serracchiani per aver scritto che necessitava di un Tso. Nulla si è mai letto, invece, dalle colonne del Messaggero, circa l'anomala scelta al gruppo regionale dei 5 Stelle dell'ultima addetta di segreteria Cristiana Della Zonca, fan su Twitter di Matteo Renzi e responsabile pubbliche relazioni della Eutotech di Siagri (invitato alla cena di finanziamento di Matteo Renzi nel 2014).