il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
IL VICE PRESIDENTE DE LA QUIETE SMASCHERA IL DIRETTORE GENERALE GUARNERI

VITALIZIATI FVG: NON TUTTI ANCORA SONO SAZI

 A Ferruccio Saro (vedi foto) ogni mese gli arrivavano, fino a poco tempo fa, due bonifici: uno da circa 5mila euro (6.202 lordi), l’altro da 4.479. Quasi 10mila euro netti, in sostanza, di superassegno vita natural durante. Il già consigliere regionale, deputato e senatore di Martignacco è il più ricco dei 10 ex della politica del Fvg beneficiati dal doppio vitalizio di piazza Oberdan e del Parlamento. Il più “povero” è invece Giovanni Di Benedetto, del 1944, democristiano di Fontanafredda: 2.391 euro lordi dalla Regione, 2.381 netti dal Senato. Sono in 7 con Saro, ad incassare un doppio vitalizio. Si va dai consiglieri della prima Repubblica ad alcuni protagonisti degli ultimi anni. Antonino Cuffaro, siciliano classe 1932, tessera Pci, consigliere in Regione dal 1967 al 1976, tre mandati alla Camera e uno al Senato: il lordo del vitalizio regionale è di 3.391 euro, il netto da ex onorevole e senatore per vent’anni è il più alto di tutti: 5.692 euro. Del 1935 è invece il friulano Diego Carpenedo, Dc, 25 anni tra Consiglio Fvg (15) e Senato (10): 5.091 euro lordi da una parte, 3.408 netti dall’altra. Restano Gabriele Renzulli, udinese del 1943, consigliere, assessore, deputato per il Partito socialista, di cui fu il responsabile nazionale sanità: per lui ci sono circa 5mila euro netti. Infine due ingressi recenti nel ristretto club del doppio vitalizio: l’ex presidente della Regione Roberto Antonione, forzista di 61 anni, che si vedeva arrivare mensilmente 3.189 euro lordi da Trieste e 4.010 netti per tre legislature romane; e il centrista Angelo Compagnon, un totale di circa 4.300 euro netti.  Recentemente, in realtà, è passata una maggiorazione del 40% dei tagli per chi ha una seconda pensione da parlamentare ma le cifre restano da capogiro. Se la passano molto bene anche se solo con il vitalizio parlamentare Giorgio Santuz, 5.563 euro mensili, Claudio Beorchia, 5.181 euro, Giulio Camber 5.833 euro, Giovanni Collino, 4.397, Mario Toros, 6.236 euro e Francesco Corleone, 5.249 euro. Fra i big vitaliziati dalla "sola Regione Fvg" spiccano Silvano Antonino Canterin, 5.851 euro, Aldo Ariis, 4.710 euro, Dario Barnaba, 4.388 euro, Adriano Bomben 4.388 euro, Franco Brussa, 5.851 euro, Giancarlo Casula, 6.437 euro, Pietro Fontanini, 3.902 euro, Giorgio Cavallo, 4.681 euro, Giancarlo Cruder, 6.319 euro, Marco De Agostini, 5.559 euro, Pietro Colussi, 3.949 euro, Roberto De Goia, 5.851 euro, Roberto Dominici, 5.559 euro, Cristiano Degano, 5.559 euro, Sergio Dressi, 5.851 euro, Isidoro Gottardo, 5.851 euro, Alessandra Guerra, 4.388 euro, Antonio Martini, 5.968 euro, Roberto Molinaro, 5.851 euro, Gainfranco Moretton, 6.437 euro, Danilo Narduzzi, 4.681 euro, Alessandro Tesini, 5.851 euro, Bruno Zvech, 5.753 euro...e tanti attorno ai 4.000 euro. Molti di questi vitaliziati hanno ricoperto e ricoprono tuttora altri incarichi pubblici in enti di primo e di secondo grado; qualcuno aspira ancora a candidarsi in futuro.