**
  • Home > Gossip > FERRUCCIO E LE MILLE BUGIE AUTONOMISTE
  • stampa articolo

    FERRUCCIO E LE MILLE BUGIE AUTONOMISTE

    966A

    Daniele Damele, presidente dell'Associazione Friuli Tomorrow, che questa sera organizzerà assieme a Libera Civiltà di Giuliano Castenetto un incontro ideato con Ferruccio Saro precisa che la sua parentesi di vicinanza al Pd è durata solo un paio di mesi e risale a quattro anni fa. Questo ci viene riferito come premessa al fatto che i due organizzatori sono da considerarsi politicamente sopra le parti. Per altrettanta onestà riportiamo qui di seguito un comunicato apparso il 23/4/2013 a firma di Castenetto: "Grande soddisfazione per la vittoria di Debora Serracchiani, è stata espressa dal Presidente dell’Associazione Libera Civiltà, Giuliano Castenetto, che, nelle scorse settimane ha iniziato un dialogo con i candidati alla Presidenza del Friuli Venezia Giulia, disponibili al confronto sulle cose da fare, per invertire il declino della Regione, rilanciandone la specialità. Ampia la condivisione sul piano programmatico, in particolare sulla contrarietà all’idea stessa di “Macroregione del Nord”, nella quale il Friuli Venezia Giulia avrebbe assunto – ha detto Castenetto – il ruolo di vassallo del Lombardo Veneto. Ma l’identità di vedute è stata ancora più totale sulla denuncia di quello che da più parti è stato definito lo “scellerato patto Tondo – Tremonti”, che ha sottratto alla disponibilità della nostra Regione 370 milioni di euro in nome di un fondo previsto dal Federalismo fiscale, fondo che non è mai partito, ma che ha purtroppo anche previsto applicazione del famigerato “saldo di competenza mista” anche alla nostra Regione. Non saranno facili i prossimi mesi, in una situazione di pesante recessione e di incertezza politica a livello nazionale. Non sarà facile rivedere le fonti di finanziamento della terza corsia". Sempre da quanto asserito da Daniele Damele a voler invitare al convegno Paolo Panontin e Sergio Cecotti sarebbe stata l'associazione Friuli Tomorrow, mentre a volere al tavolo Ferruccio Saro, Massimiliano Fedriga e Mario Anzil sarebbe stata l'associazione Libera Civiltà. "Assieme, io e Castenetto - prosegue Damele - abbiamo ritenuto essere Omar Monestier il miglior moderatore della serata che, conseguentemente, si è adoperato a convincere i vari ospiti a relazionare assieme". Questa sera il prof. Mario Bertolissi presenterà il libro "Province decapitate, Province risorte" dopo aver collaborato con Anzil alla proposta di istituire le Province autonome del Friuli e di Trieste. "Ho accettato volentieri l'invito di Damele - ci ha dichiarato Anzil - perchè da sempre sono in prima linea sulla creazione di queste due grandi Province". Ma come? Damele ci aveva detto che ad invitare Anzil era stato Castenetto...A questo punto non ci resta che chiedere la verità al direttore del Messaggero Veneto Omar Monestier che cortesemente ci spiega: "Sono stato invitato dal Senatore Ferruccio Saro a presentare il libro del prof. Bertolissi, studioso che conosco e stimo; al termine mi ha chiesto di moderare il dibattito politico".

  • Commenti

  • province possibili: 1)destra tagliamento 2)carnia 3) udine 4)bassa friulana 5)gorizia 6) trieste. sarebbe l'unico modo per finirla con gli straripamenti di tutti i contendenti. Quello che viene chiamato patria del friuli è il patriarcato di aquileia, che nei secoli ha cambiato nome, soggetto al patriarca. La storia è troppo frammentata per dare spazio a rigurgiti degli ex sorestans e relativi sotàns! Commento inviato il 15-07-2017 alle 12:18 da cassie
  • Memoria labile, lapsus froidiano, banderuola mossa dal vento? Ma la domanda è ogni giorno si sente di panontin, ma solo dopo che la Serrachiani ha ottenuto il posticipamento del rinvio a giudizio, chissà con quali motivazioni. Commento inviato il 15-07-2017 alle 11:57 da Giovanni

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ