il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
ESCLUSIVO: SCOPPIA SANITOPOLI FVG: TUTTI I NOMI

CANCIANI: DIRETTORE E GENTILUOMO

E' accaduto anche questo, circa un anno fa; questa volta però nessuna circolare, nessuna diffida, nessuno della casta si è mosso. Una dottoressa del servizio di continuità assistenziale, in seguito ad una chiamata, venne lasciata sola in cella a visitare il detenuto, mentre l'agente di polizia penitenziaria, tenuto per legge a presenziare durante le visite, ha atteso al di fuori, ponendo a repentaglio l'incolumità del medico. Inutile dire che il direttore del distretto Luigi Canciani (vedi foto), prontamente avvisato come sempre, si è ben guardato dal dimostare lo stesso pugno di ferro che usa con il personale della guardia medica anche verso i vertici della Casa Circondariale. Fatto ancora più deplorevole trattandosi di un medico donna con un detenuto uomo. Se non l'etica, almeno la cavalleria resti un valore per i vertici della sanità pubblica.