**
  • Home > Gossip > REGIONALI FVG VERSO IL 2018 CON "ERMELLINO SINISTROSO"
  • stampa articolo

    REGIONALI FVG VERSO IL 2018 CON "ERMELLINO SINISTROSO"

    929A

    Già conoscevamo la sua simpatia per il centrosinistra quando autorizzò il partito di Renzi a fare la Festa del Pd nell'Ateneo di Udine; poi venne rimarcata quando decise di partecipare alla Leopolda renziana di Firenze. Poi la nascita del "cantiere", laboratorio di idee e politica. Il Rettore di Udine Alberto Felice De Toni di dedicarsi all'istruzione ed alla formazione, pare prorpio non avere una gran voglia da quando il senatore Francesco Russo (Pd) e l'avvocato Bruno Malattia (Cittadini per il Presidente) gli hanno prospettato l'idea di candidarsi alla guida della Regione per il centrosinistra. E così, dopo aver impegnato tutte le sue forze e i suoi studi di ingegneria per co-organizzare il GayPride Fvg svoltosi a Udine, a fianco del sindaco Furio Honselle e della governatrice Debora Serracchiani, adesso "Emellino sinistroso" (vedi foto) torna alla carica con "Conoscenza in festa" a sperperare un pò di denaro privato e pubblico. Una manifestazione che già nei scorsi anni ha dimostrato di riscuotere poco interesse sia da parte degli studenti che certo non sono attratti da una parata di Rettori sia da parte della città che il primo luglio predilige il mare ai proclami di De Toni. A dimostrare il livello "popolare" dell'evento culturale sono i partner che con tutto il rispetto poco hanno a che fare con cultura, scienza ed umanesimo. Parliamo di Confcommercio, UdineIdea, Villaggio dei Pecile e commercianti vari. Ovviamente non può mancare la collaborazione di Honsell e della Serracchiani, da fedeli compagni di partito, e della Fondazione Friuli che in tempi di crisi e di sfiducia nelle banche sperpera denaro in iniziative di valenza propagandistica - elettorale. Caso vuole che a far parte del cda della Fondazione vi sia anche la stessa Università di Udine e proprio rappresentata dal rettore in persone "Ermellino sinistroso".

  • Commenti

  • la maggior parte dei prof italici non ha il senso della realta' perche' MAI hanno lavorato o collaborato con i privati! Nascono e si moltiplicano in un ambiente di buste paga pubbliche! Quasi tutti passano dal banco alla cattedra tramite quella figura che si chiama "ricercatore"! Ricercatore di posti fissi statali! Perche' altro non sanno o possono fare! Lecchi bene il barone e sei a posto per tutta la vita! Il bello e' che il mondo esterno da' loro fiducia e li cerca quasi fossero delle divinita'! Purtroppo se dai loro un potere politico, economico, finanziario daranno il meglio di loro! Cioe' niente! Teoria, teoria e ancora teoria! Ipotesi ed a seguire tesi strampalate! Alcuni prof dai quali il mondo s'aspettava il meglio e che poi hanno fallito? Il primo e piu' famoso e' il mortadella (non ne ha indovinata una a cominciare dall'euro negoziato a 2000 lire quando qualisiasi idiota gli avrebbe dato il valore di 1000, a seguire le toria della globalizzazione porello... ) che imperterrito continua a fare danni anche oggi nonostante sia piu' di la' che di qua'! La seconda figura che mi viene in mente e' la Fornero, poi Monti ed infine a casa nostra la Compagno del mediocredito ma ancora peggio anni fa Presacco! Potrei continuare per pagine e pagine ed elencare decine e decine di prof che non hanno dato nulla alla ns societa'... anzi, molti l'hanno peggiorata! Quindi sta bene la frase: Prof dei miei stivali... annate aff... Commento inviato il 16-06-2017 alle 15:22 da al di codroipo
  • Sarebbe la persona giusta Commento inviato il 16-06-2017 alle 08:58 da Bruno
  • Io sto con chi è contrario a Honsell, De Toni, Gaetano Russo. La situazione è al limite! Commento inviato il 15-06-2017 alle 22:10 da Gigi
  • De Toni mica è fesso. Non si candiderà in regione per la difesa velleitaria di un centrosinistra sicuramente perdente dopo la gestione clientelare di questi anni sciagurati. La poltrona politica che cerca è benaltra. Lascerà il friuli ai friulani. Commento inviato il 15-06-2017 alle 20:34 da Totonno
  • È uno che si ingegna, bisogna vedere per chi. Commento inviato il 15-06-2017 alle 18:32 da Giovanni
  • A dar retta al perbenista a Udine non si farebbe mai nulla, si dovrebbe stare solo in osteria a fare gara a chi la spara più grossa. Per di più guardati bene la lista degli sponsor privati e chiediti perchè tutte quelle aziende ci mettono i soldi... la cosa è molto più interessante di quanto credi. Commento inviato il 15-06-2017 alle 17:29 da Anonimo
  • Tutti questi universitari che si buttano in politica! Forse hanno tanto tempo libero..... Commento inviato il 15-06-2017 alle 10:44 da anonimo
  • Mi sa anche che la maggioranza degli udinesi non cambierà neanche alle prossime elezioni. Ormai i vari Alex Venanzi, Carletto Giacomello, Venso Martines, Gustin Maio e C. si sono fatti comunque ben volere dalla maggioranza e torneranno su. Commento inviato il 15-06-2017 alle 10:39 da Anonimo
  • d'altronde sono stati votati... vi avevamo avvisati...inutile piangere sul latte versato. Commento inviato il 15-06-2017 alle 10:36 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ