**
  • Home > Gossip > SERGIO BINI:UNA TRASFORMAZIONE DA "10 MILIONI" DI DUBBI
  • stampa articolo

    SERGIO BINI:UNA TRASFORMAZIONE DA "10 MILIONI" DI DUBBI

    923A SCARICA PDF

    Vi alleghiamo (apri pdf e leggi attentamente pagina 10 del documento) in esclusiva il verbale di trasformazione redatto dall'assemblea della Euro & Promos in cui si trasforma la "Società da cooperativa a mutualità prevalente in cooperativa a mutualità non prevalente" e immediatamente a seguire da "cooperativa a mutualità non prevalente in società per azioni (S.p.a.)". Già questi primi passaggi, per quanti credono ed hanno creduto nel mondo della cooperazione, hanno dell'incredibile per quanto legittimi, ma sarà quello che leggerete a pagina 10 del verbale allegato che vi lascerà a bocca aperta e che qualunque commercialista od economista avrebbe difficoltà a spiegare dal punto di vista dell'interesse societario. Andiamo con ordine e cerchiamo di essere comprensibili anche a quanti non hanno le dovute competenze. Il 21 maggio il Presidente Sergio Emidio Bini (vedi foto postata sul suo profilo Fb) ha dichiarato al Messaggero Veneto “Io ho l'obbligo di pensare al futuro dell'azienda, oltre ai suoi quasi 5 mila dipendenti, che guarda non soltanto al panorama italiano, ma anche a quello internazionale e non può restare bloccata in una posizione anacronistica. Per aggredire i mercati e garantire un futuro florido a Euro&Promos ho la necessità di poter attingere a capitali di rischio di un certo tipo che la cooperazione non consente di intercettare”. Dal verbale dell’assemblea straordinaria del 20/05/2017 (vedi allegato pagina 6) scopriamo però che la trasformazione della cooperativa in Società per Azioni impone alla società di Euro&Promos il versamento a fondo perduto ai Fondi mutualistici delle cooperative di ben 10.000.000,00 di euro (vecchi 20 miliardi di lire). Nel contempo la stessa assemblea ha deliberato un aumento del capitale sociale di ulteriori 5.000.000,00 euro da attuarsi nel limite dei prossimi 5 anni. Allora le domande sorgono spontanee:

    1. Perché il Presidente Bini parla sempre in prima persona: "io ho l’obbligo di pensare al futuro dell’azienda; ho la necessità di poter attingere a capitali di rischio di un certo tipo";
    2. Se il motivo per cui trasforma la società da cooperativa a SpA è l’impossibilità ad accedere a capitali di rischio di un certo tipo perché paga 10.000.000 € (riserve di capitale) per poter trasformare la società ed aumenta il capitale solo di 5.000.000?  Il saldo netto è di "meno cinque milioni" e quindi il risultato è che il capitale è diminuito di 5 milioni invece che aumentare.

    3. Di che capitali di rischio di un “CERTO TIPO” parla? Il capitale (riserve) di 10.000.000 già presenti nella coop non sono del “TIPO GIUSTO”? ma i soldi sono soldi; di chi saranno i prossimi 5 milioni di Euro? I milioni che dovrà pagare erano dei soci della cooperativa ciò vuol dire che non erano del "TIPO GIUSTO".

  • Commenti

  • non glielo auguro, ma potrebbe scottarsi, come è già successo una ventina di anni fa ad un altro "mago" di cooperative Commento inviato il 10-06-2017 alle 08:48 da zorro
  • Nessun socio per tutelarsi ha chiesto alla GdF? Commento inviato il 09-06-2017 alle 18:47 da Giovanni
  • Figooo così si fa, bravo Bini. Ora che è stata tracciata la strada speriamo che tutti i presidenti delle grandi coop facciano allo stesso modo e si impadroniscano delle società. Del resto non è mica merito degli operai se le coop sono diventare così grandi e potenti il merito è del sudore di persone come Bini, gli altri sono solo piccoli schiavi che come schiavi devono essere trattati. Ciò dimostra il fallimento del sistema cooperativo! Commento inviato il 09-06-2017 alle 10:33 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ