il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
MAZZETTE IN SICILIA, COINVOLTA EURO&PROMOS DI SERGIO BINI

UDINE 2018: VOTA UGO PER DIRE BASTA ALLA CASTA

I giovani sono sempre più distanti dalla politica e gli anziani troppo delusi per credere ancora alle solite promesse. La rabbia la si legge facilmente nei volti di chi non sa più cosa votare. Impossibile rincorrere le ideologie dove a sinistra comandano gli imprenditori più discussi e a destra da oltre vent'anni manca un leader. Questo accade perchè i partiti politici non cercano più un candidato sindaco che amministri con passione e amore la città, ma semplicemente un tassello (vedi foto) da mettere in una casella nello scambio infinito di poltrone. "Peggio di Honsell è difficile fare", pensano sia a centrodestra che a centrosinistra, così qualunque nome sembra andare bene. Ma questi aspiranti candidati sindaci nessuno li conosce, sebbene la città sia piccola. Tutti conoscono le loro "gesta antiche" nella prima repubblica e i ricchi stipendi o vitalizi portati a casa. Ma di cosa vivono la maggior parte di questi signori? quanti di loro campano indipendentemente dalla vita politica? E soprattutto cosa rappresentano se non gli interessi dei potenti signori della casta? Fondazioni, banche, consorzi, enti e commissariamenti... Non può essere la politica ad individuare trasversalmente il prossimo amministratore delegato della città, ma dovranno essere gli Udinesi, quelli delle botteghe, delle pensioni, i precari, i neo laureati, le partite iva, quelli che la casta la schifano.