**
  • Home > Gossip > TERME FVG SRL: UN PIANO QUASI PERFETTO
  • stampa articolo

    TERME FVG SRL: UN PIANO QUASI PERFETTO

    860A SCARICA PDF

    Seguiteci con attenzione per un paio di giorni. Vi porteremo passo passo a porvi delle domande che vi aiuteranno a capire il senso della nuova società "Terme Fvg Srl" e la scelta dei vari soci.

    Tramite un avviso per la manifestazione di interesse riguardante la ricerca di socio privato di maggioranza della costituenda "Terma Fvg Srl" pubblicato sul portale della Grado Impianti Turistici il 30 gennaio 2017 (vedi allegato Pdf), l'amministratore delegato della Git, Mauro Bigot, individua i futuri "padroni" delle terme regionali. Viene concesso un tempo di appena 15 giorni per trovare l'avviso, preparare un'eventuale cordata di imprenditori con progetto sostenibile e inviarlo alla Git, in viale Dante 72 a Grado. Da quanto riferitoci da un imbarazzato presidente di Git, Alessandro Lovato (vedi foto), si presenta un solo imprenditore con relativa cordata. L'imprenditore è Salvatore Guarneri (vedi foto), amministratore e socio del Sanatorio Triestino, che si accompagna alla Cooperativa Nord Care (Idealservice) e alla cooperativa Grado Riabilita, presieduta da Franco Bosio, che recentemente ha acquistato l'Ospizio Marino. Della Coop Grado Riabilita vi fanno parte due soci sovventori: il Sanatorio Triestino ed Eutonia Srl. Entrambe le strutture giuliane fanno riferimento rispettivamente all'amministratore e direttore Salvatore Guarneri. Salvatore Guarneri attualmente è anche direttore generale dell'Asp Udinese La Quiete, presieduta da Stefano Gasparin (Pd). Non solo: Guarneri è stato anche presidente dei revisori dei conti di Federsanità Anci Fvg e dell'Aiop (associazione italiana ospitalità privata), oltre che aver ricoperto fino a poco tempofa la presidenza della Fondazione Villa Russiz, lasciandola in situazioni critiche. In virtù di un accordo fra i soci, il ruolo di amministratore delegato delle "Terme Fvg Srl" spetterà al socio di maggioranza, Salvatore Guarneri, mentre quello di Presidente al Direttore generale di Promoturismo Fvg, Marco Tullio Petrangelo (vedi foto), in qualità di azionista di maggioranza della Git.

    Invece di eccepire sul modus operandi della neo società "Terme Fvg Srl" e porsi eventuali quesiti di merito e compatibilità dei soci, la governatrice Debora Serracchiani e il suo vice, con delega al Turismo, Sergio Bolzonello, hanno pubblicamente annunciato la propria presenza alla cerimonia di apertura.

    (Fine prima parte)


  • Commenti

  • Un'altro "buco senza fondo" dove verranno gettati i soldi pubblici. Chi vivrà, vedrà. Avrei un'idea imprenditoriale per la Carnia: metter su una fabbrica di giacche e pantaloni "per politici". Con tante tasche (alcune anche mimetizzate) dove gli stessi potrebbero stipare tutte le bende e prebende, oltre ai vari stipendi/compensi/vitalizi/ecc. Sulla schiena le tasche per le donazioni e/o "unguenti" in modo che il politico possa dire: "Non sono a conoscenza di chi me li abbia messi dentro!". Commento inviato il 13-04-2017 alle 05:53 da GG
  • Faccio una domanda semplice semplice: se Guarneri è direttore generale dell'ente pubblico La Quiete, con tutti quegli incarichi extra, quando e quanto lavora per il suo datore di lavoro La Quiete? E i suo presidente Gasparini non ha nulla da dire? Commento inviato il 11-04-2017 alle 21:43 da topo di biblioteca
  • Guarneri è colui che ha distrutto l'eccellente fondazione Villa Russiz di Capriva, e Ettore Romoli che avrebbe dovuto controllare quale sindaco del capoluogo ha fatto finta di non vedere, non sentire, non parlare Commento inviato il 11-04-2017 alle 17:06 da Anonimo
  • http://www.dovatu.it/news/dio-e-ovunque-iacop-e-gia-stato-22320/ hotel Iacop è in missione con il sindaco di Gorizia Ettore Romoli spesati con i soldi pubblici, prova eclatante che sx e dx vanno a braccetto Commento inviato il 11-04-2017 alle 17:00 da Anonimo
  • Guarneri non è stato prezidente dell'AIOP , è prezidente dell'AIOP , dipendente del Sanatorio nonche' proprietario di quote societarie della stessa clinica , direttore generale della Quiete e tanto altro........ Commento inviato il 11-04-2017 alle 09:50 da anonimo
  • PB, complimenti! Gran colpo! Commento inviato il 10-04-2017 alle 21:21 da Bekkato
  • Spero che sia bravo come dice il mio medico che ha lavorato con lui, perché la nostra montagna ha bisogno delle terme, dei posti di lavoro e del turismo. Commento inviato il 10-04-2017 alle 19:13 da Mirko 5 S
  • Non me ne intendo molto di gestioni termali (ma ad Arta le acque sono termali? A me sembra che sia un'acqua ricca di acido solfidrico ma che di termale non ha niente. E' fredda!) Casomai, con un minimo di intelligenza dovrebbero cambiare il nome in Arta SPA (Salus Per Aquam). E poi invece di puntare sulle cure per anziani, puntare sui giovani come hanno fatto in Slovenia. La frequentazione potrebbe essere annuale e non stagionale come adesso. Ma se non c'è sale in zucca nemmeno in Regione, figuriamoci da altre parti. Mi sembra che siamo alle solite. Tutti grandi mungitori finchè c'è vacca regione da mungere. Non mi permetto più di definirla "Mamma regione" in quanto sarebbe un insulto alle mamme dire che si lasciano mungere. E quando non ci sarà più latte, cosa faremo? Commento inviato il 10-04-2017 alle 17:30 da GG
  • Perbenista questo è un caso su cui indagare! Indaga anche sull'amministratore delegato della GIT, è un imprenditore proprietario di mezza Grado. ...A Grado purtroppo è terra di spartizioni... poche persone fanno quello che vogliono con le risorse pubbliche: stabilimenti, banchine dei porti, e così via. Questa procedura è davvero anomala. Mi raccomando continua l'indagine! Commento inviato il 10-04-2017 alle 15:28 da Anonimo
  • Sempre il tema di Robin Hood, togliere ai poveri per dare ai ricchi, se no poi non ci sin ne uno, né l'altro. Poi per evitare di sbagliare, magari ci si affida a sé stessi per controllare.... Commento inviato il 10-04-2017 alle 15:18 da Giovanni
  • Tanto a Guarneri nessuno osa dire nulla ....è anche rinviato a giudizio per truffa ! Commento inviato il 10-04-2017 alle 12:27 da anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ