il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

BERTOSSI TRASCINA FEDRIGA NEGLI ANNI '80

Nei giorni scorsi il presidente di Informest Enrico Bertossi (annunciò le sue dimissioni dalle colonne del Messaggero Veneto nel dicembre 2016 ma è tuttora in carica) ha incontrato il suo storico avversario/successore Giovanni Da Pozzo, presidente della Cciaa di Udine. Che fra i due non corra buon sangue è notizia nota da tempo, ma l'ansia da prestazione ha fatto uscire precocemente Bertossi allo scoperto. Oggetto dell'incontro, avvenuto Là di Moret, un aperitivo con possibile benedizione alla candidatura a sindaco di Udine. Ipotesi accolta piuttosto freddamente dal tolmezzino. Secondo il presidente di Informest sul versante Lega Nord godrebbe del pieno sostegno del segretario regionale Massimiliano Fedriga, mentre nei confronti di Forza Italia sarebbe da smussare ancora qualche angolo. Appare ovvio, tuttavia, che sostenendo pienamente la candidatura di Fedriga a governatore del Friuli Venezia Giulia, assieme al suo team manager, degli anni '80, formato (vedi foto) da Ferruccio Saro, Ettore Romoli e Giorgio Santuz, difficilmente il capogruppo in consiglio regionale Riccardo Riccardi si sentirebbe "in debito di riconoscimento" con Bertossi. Va segnalato, inoltre, che sebbene Bertossi goda del sostegno di Massimiliano Fedriga, buona parte della Lega Nord friulana, Fontanini in testa, non avrebbe alcuna simpatia verso l'ex assessore all'industria della giunta Illy e nememno verso lo stesso capogruppo alla Camera della Lega Nord, reo di aver espulso un paio di militanti padani ma contestualmente di aver difeso a spada tratta il vice sindaco di Cividale Elia Miani nonostante il suo ruolo di tutor retribuito ai profughi della Cavarzerani.