• Home > Panda > INSIEL: CONROTTO, DIRETTORE GENERALE SENZA LAUREA
  • stampa articolo

    INSIEL: CONROTTO, DIRETTORE GENERALE SENZA LAUREA

    840A

    Da marzo 2017 Franco Conrotto (vedi foto) è il nuovo Direttore Generale di Insiel dove, dal novembre del 2015, ha il ruolo di Direttore Service Delivery & Operations, che manterrà in aggiunta al nuovo incarico. La carica gli è stata conferita dal Consiglio di Amministrazione con decorrenza da oggi, fino alla fine di aprile 2018. Insiel è un colosso di centinaia di dipendenti pubblici ed è interamente di proprietà della Regione Fvg. Il suo compito sarà quello di proseguire e portare a termine il percorso di trasformazione di Insiel descritto nel Piano Industriale 2014-2017 e di porre le basi per il nuovo Piano Industriale 2018-2020. Con un’esperienza quasi trentennale iniziata nel 1988 nel settore dello sviluppo software e proseguita nell’ambito di aziende di servizi dell'ICT, in particolare fino al 1998 ha lavorato presso ATOS dove ha ricoperto il ruolo di Business Unit Manager. Dal 1999 al 2014 ha lavorato per T-Systems Italia, società del gruppo Deutsche TeleKom ora acquisita da Engineering. "Siamo soddisfatti di questa nomina che - ha affermato il presidente di Insiel Simone Puksic, laureato in economia aziendale - riconosce l'esperienza e il valore di un dirigente interno alla società". Ma come mai la Regione, che vuole il rispetto delle leggi da parte dei comuni non aderenti all'uti infrange le leggi nelle nomine del direttore generale di INSIEL che non è laureato come vulole la legge http://www.funzionepubblica.gov.it/articolo/riforma-della-pa/01-09-2016/dlgs-dirigenza ?

  • Commenti

    12345678
  • Complimenti, disamina corretta. Mi associo al voto. Ripensando anche il We Change è stata una bella iniziativa! Commento inviato il 16-04-2017 alle 18:30 da Anonimo
  • Caro presidente, ricordiamo che appena sei arrivato ti sei presentato come una persona umile ... puoi immaginare che questa affermazione ci ha lasciato perplessi. La normalità prevede che siano gli altri a riconoscere nelle persone questa qualità. Bene dopo due anni puoi riscattarti. Con umiltà puoi ammettere di aver sbagliato ad appoggiare questo HR. Un HR deve sviluppare le risorse, questo HR ha dequalificato le risorse. Un HR deve stimolare le risorse, questo HR ha demotivato le risorse. Un HR deve riconoscere il valore delle risorse , questo HR ha premiato risorse per altri meriti. Un HR deve farsi rispettare, questo HR ha fatto rimpiangere Dedè. Beh questo HR ha introdotto il Job Title , bellaforza era un percorso già in itinere. Questo HR ha promosso lo skill inventory, bellaforza era un percorso già in itinere. Questo HR ha promosso l'uso di Jammer perchè era il social in Microsoft ... cazzarola abbiamo autorizzato il cazzeggio aziendale, uno può proporre e segnalare quello che più gli pare obbligando sempre qualcuno a correggere eventuali uscite dal seminato. Questo HR ha richiesto la compilazione del curriculum vitae a tutti i dipendenti ... cazzarola un HR che non sa cosa ha fatto un proprio dipendente in azienda negli anni, suggerendo pure di fare taglia/incolla da altri archivi aziendali. Cazzarola qualcuno a fatto una valutazione di quanto costano economicamente e in risorse queste iniziative? Social da 1 a 20 minuti persona giorno. Compilazione curriculum da 1 a 3 ore per persona. Alla faccia dell'ottimizzazione. Presidente riscattati, cestina questo HR. Commento inviato il 16-04-2017 alle 01:12 da Presidente sii umile
  • In sintesi, l'azienda a fine ottobre 2016 presenta un sistema di valutazione per l'attività dell'anno ormai quasi finito, sistema che prevede di trovare per forza capri espiatori anche dove tutto funziona. Servirebbero iniziative ma le RSU non hanno avuto una reazione convincente, credo siano stati neutralizzati garantendo a molti o tutti loro il gettone. E d'altra parte chi ormai ha avuto il suo gettone se ne frega. Quello che propongo è una richiesta di dimissioni immediate del direttore HR, vediamo quanti sono d'accordo (io voto sì e non metterò altri voti). Commento inviato il 15-04-2017 alle 11:14 da mison+kerotto
  • Cari colleghi di Insiel ribelliamoci a questo stastus approfittando del blog del Perbenista. Alziamo la voce e facciamoci sentire. Basta con questa situazione di vergogna, basta con i metodi di valutazione assurdi, basta essere gli zimbellli di tutti a causa di una dirigenza incompetente messa lì dalla politica per fini diversi da qelli dell'azienda. Facciamoci sentire. Commento inviato il 15-04-2017 alle 06:30 da INSIEL nnnnn5
  • La disastrosa situazione è tutta da attribuire alla Giunta della Ragione che ha messo un presidente bambino senza alcuna esperienza, una direttrice cacciata dopo due anni di scatafascio, un direttore hr vergognoso e adesso un dg voluto unicamente dal presidente per trainargli la campagna elettorale con i potenti mezzi di Insiel e pagata da Insiel. Se la Giunta avesse le palle e avesse a cuore l'ICT della regione e le persone che lavorano in Insiel dovrebbe fare una drastica pulizia degli incapaci. Ma non hanno nè le palle nè la voglia. E allora a casa tutto il PD, anche se Puksic è anche pronto a fare il salto della quaglia. Commento inviato il 14-04-2017 alle 23:55 da Anonimo
  • cestinare HR, assolutamente, e poi premere 'svuota cestino' Commento inviato il 14-04-2017 alle 23:00 da misonrotto
  • Molti commenti sembrano un attacco delle truppe camellate del ex a Puksic e Conrotto . Il clan trama e spera in un cambiamento. E' già stato testato con risultati da dimenticare. Meglio cestinare HR e tenere Conrotto che sembra intellettualmente onesto. Deve gestire una azienda con soluzioni tecniche attivate 8/9 anni fa e uno serie di monager scelti dalla DG uscita con la borsa piena. Speriamo ci metta strategia e visione , faccia dei caambiamenti e cerchi di rimettere la nave sulla giusta rotta. Commento inviato il 13-04-2017 alle 23:46 da La speranza è l'ultima a morire
  • Baffone hai ragione, si proclama il cambiamento e la trasparenza ed abbiamo un comportamento oscurantista. Hanno frantumato le balle lo scorso anno con la compilazione del questionario sul benessere aziendale. Dopo 5 mesi silenzio e immaginando che il top management sia uscito malconcio tutto sotto sabbia. Quale scusa si saranno dati sul risultato? Colpa dei giovani che non vedono speranze? Colpa delle magliette gialle? Colpa dei trombati? Colpa dei sindacati? Colpa dei vecchi? Avranno il pudore di fare un mea culpa? La vera trasparenza sarebbe pubblicare sulla intranet l'output del lavoro fatto dalla azienda incaricata di eseguire la survey senza tagli, anche con un piano di azioni correttive. Dopo tutto questo lavoro è stato pagato da tutta la regione. Commento inviato il 13-04-2017 alle 23:07 da Anonimo
  • Vero, arrivata comunicazione che fornisce una interpretazione nuova al concetto di gettone , nuova presa per il culo. Commento sentito a TS "è peggio il taccone che il buco". Commento inviato il 13-04-2017 alle 22:48 da Anonimo
  • Azienda allo sfascio, comunicazione in mano alla pochezza assoluta con il merito di aver fatto da accompagnatrice alla DG Microsoft. HR Microsoft che introduce metodi di valutazione obsoleti e cestinati dalla stessa Microsoft. Inserimento nella piattaforma social aziendale, ovviamente di Microsoft, la ripresa di articoli che specificano il fallimento di una soluzione valutativa spacciata come innovativa. Risultato ottenuto è il morale e la fiducia dei dipendenti ai minimi storici ed ad un livello mai visto nei 30 anni di storia aziendale. Ora rimane il sospetto che HR venga riconfermato per un altro anno ... Simpaticamente il sindacato in una comunicazione richiede la sua rimozione. Situazione paradossale. Commento inviato il 13-04-2017 alle 22:43 da un HR così serve?
  • anche le querele verso l'azienda le gestirà chi arriverà dopo, e non sarà contento. Questi signori si stanno rendendo responsabili di un danno erariale, e mi auguro che saranno perseguiti per questo. Commento inviato il 13-04-2017 alle 22:22 da misonrotto
  • Sta facendo tutto il direttore hr il quale fra pochi mesi, o alla peggio fra un anno, se ne andrà con una ricca liquidazione e lascerà tutti incazzati l'uno con l'altro. E gli stessi puksic, cda, serracchiani, conrotto se ne andranno presto lasciandoci incazzati, che gliene frega a loro. Commento inviato il 13-04-2017 alle 22:19 da misonrotto
  • Se le persone per bene di Insiel, sfruttate e maltrattate da una dirigenza che si squalifica da sola, decide di lavorare solo quanto deve, tutto il sistema regionale della pubblica amministrazione e della sanità viene messa in ginocchio. Troppo è lasciato alla buona volontà delle persone che prima o poi si stufano. Messaggio per Puksic, Conrotto, Valerì e Giunta Regionale. Commento inviato il 13-04-2017 alle 20:23 da Anonimo
  • I responsanili di questa situazione disastrosa sono la giunta regionale e il CDA che hanno nominato a capo di una azienda strategica due persone che nulla hanno a che fare con lo sviluppo tecnologico ed Insiel. E' tuttavia sufficiente sedersi sulla riva del fiume SORES (Sala operativa regionale dell’emergenza sanitaria) ed attendere il prossimo blocco del sistema sperando che non ci scappi il morto. E' solo questione di tempo, fra un tweet e l'altro di Puksic e uno scambio di battute fra Conrotto e Valerii. Con la Giunta ed il PD faremo i conti alle prossime elezioni (speriamo anticipate). Commento inviato il 13-04-2017 alle 18:44 da Responsabili
  • Management di incapaci che sopravvivono sulle spalle dei lavoratori imbavagliati dalla responsabile della comunicazione, una perfetta cretina. Commento inviato il 12-04-2017 alle 20:18 da conruptus

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ