**
  • Home > Gossip > PIZZA (PD) DICHIARA GUERRA AGLI AUTOMOBILISTI
  • stampa articolo

    PIZZA (PD) DICHIARA GUERRA AGLI AUTOMOBILISTI

    821A

    L'assessore alla viabilità Enrico Pizza (vedi foto con pompa) da fanatico ciclista ha deciso di spegnere totalmente il commercio del centro storico lavorando ad un adelibera che "blindi con telecamere la ztl in piazza XX settembre per poi pedonalizzare tutta l'area". La spesa totale per "spiare" i cittadini affinchè non passino automobili in via Manin e Piazza San Cristoforo ammonterà a 100mila euro. A fine primavera l'assessore Pizza blinderà anche l'incrocio fra via del Gelso e via Poscolle. Secondo l'esponente del Pd udinese, in questo modo le biciclette potranno andare contromano e verranno incastrati i furbetti che accedono in auto nelle zone ztl. Un vero e proprio fanatismo a due ruote quello di Enrico Pizza che non tiene conto di quanta gente si muove in auto per necessità lavorative e familiari e non si preoccupa di desertificare il centro, anzi se ne vanta, postando sul suo profilo Fb foto propagandistiche-elettorali con sorriso e pompa in mano.

  • Commenti

    12
  • @al di Codroipo, comprendo il tuo punto di vista, ma quel commercio è cambiato, non esiste più perché sostituito da grande distribuzione e Internet. Non è che se teniamo le macchine in centro lo preservato. Non solo il centro di Udine attirava gente da Codroipo e da tutto il circondario, ma anche tutta la strada da Codroipo era costellata di negozi che oggi sono chiusi, anche se ci puoi arrivare in macchina con comodo parcheggio. Il centro di Udine, hai ragione, ha doppia velocità, il sabato e domenica ha tanta attrazione, molti sono austriaci e sloveni che forse hanno ancora qualche soldo da spendere e che, secondo me, vengono da noi proprio per l'effetto "gita fuori porta" che ha lo shopping da noi: vetrine, tavolini all'aperto, aperitivo vista piazza, gelato... Il rischio di trasformazione delle nostre città in parchi di plastica tipo est Europa "liberato" è un rischio concreto e mi preoccupa nella misura in cui non viene compreso che l'effetto gita fuori porta regge proprio se preserva e valorizzi il contesto: se al posto di chiudersi dentro all'Austria Center, vengono da noi non è certo per insegne di plastica, sale slot ecc.. Sugli altri giorni della settimana, ma vale anche per il finesettimana, ritengo vada sostenuta l'accessibilità di utenti con più difficoltà: posti auto gratuiti o a prezzo molto agevolato per disabili in centro (tipo a piazzale Roma a Venezia), abbattimento barriere architettoniche (non pensiamo solo a carrozzelle ma anche alla semplice collocazione delle fermate degli autobus in punti chiave per chi cammina poco), servizi di intrattenimento per bambini (non si può fare un centro estivo in centro, in un punto accessibile coi mezzi, così i genitori sono più invitati ad andare in centro?)... Sono solo pensieri, non ho dati concreti per sostenere le mie ipotesi ma forse un'indagine per pesare questi aspetti potrebbe voler la pena.. Commento inviato il 15-03-2017 alle 17:23 da Forza!
  • @Commento inviato il 12-03-2017 alle 21:38 da axxe: non c'entra il tempo, volevo solo dire che Udine non puo' essere vissuta allo stesso modo da residenti e non. Chiudere il centro e' piu' per residenti e meno per foresti... Commercialmente eh! Il turismo e' altro discorso... ovviamente il centro pedonalizzato puo' essere una risorsa... Commento inviato il 14-03-2017 alle 09:41 da al di codroipo
  • @Commento inviato il 12-03-2017 alle 20:47 da Forza!: ma infatti ti do' ragione... Ma come ho gia' spiegato... va bene per gli udinesi. Non pretendete pero' che arrivino clienti da fuori... o meglio arriverranno ma solo il Sabato. Se a voi sta bene ok... la citta' e' vostra. A me piaceva moltissimo Mosca prima del 1989! Architettura pura, negozi ed insegne quasi zero. Oggi insegne, luce, negozi ecc...! Come dire: con l'arte e l'architettura non si mangia! Udine evidentemente e' talmente ricca che vuole tornare al socialismo reale. Infatti lo dico sempre: il comunismo/socialismo e' roba per ricchi! Commento inviato il 14-03-2017 alle 09:37 da al di codroipo
  • Commento inviato il 11-03-2017 alle 17:35 da al di codroipo. Mito ! Commento inviato il 13-03-2017 alle 08:55 da Anonimo
  • In centro a Udine le biciclette contromano sono purtroppo già quasi la regola: se stai passeggiando devi stare attento a non venirne travolto! Naturalmente per gli assessori il problema non esiste, anzi sono loro stessi a pedalare senza rispettare le regole. Commento inviato il 13-03-2017 alle 08:55 da Anonimo udinese
  • Al di codroipo spero che tu la prenda per quello che è (una battuta tra amici)ma che avete da fare che non avete mai tempo ? Dialogo dall'idiota di dostoevskij ...."Sempre che il principe abbia tempo" e il principe di Minsk risponde "Certo, sono perfettamente padrone del mio tempo" Commento inviato il 12-03-2017 alle 21:38 da axxe
  • Pizza ha perfettamente ragione, noi per la spesa non andiamo in centro ma per altri negozi ci andiamo sempre, a piedi o in bicicletta. È stupido continuare a insistere con le macchine per il commercio. In macchina vai al terminal nord o al fiera e ti compri tutto quello che vuoi. In centro puoi benissimo muoverti a piedi, mille volte meglio che in macchina, è gradevole, ti fermi al bar compri un libro, un abito, un paio di scarpe, pane, macellaio... Mica ti compri una lavatrice in piazza xx settembre. Ecco se posso dire la parte di piazza San Giacomo in carrozzina o passeggino deve essere resa un po' più accessibile. Le macchine non fanno muovere un euro di più. Commento inviato il 12-03-2017 alle 20:47 da Forza!
  • @kattivik Il problema vero è proprio non sono i commercianti singolarmente perchè gli stessi hanno delegato un rappresentante che altro non rappresnete(passatemi il gioco di parole) se non i propri interessi... Da Pozzo dovrebbe smetterla di interferire e farsi da parte. Udine commercio ha bisogno di un rappresentante serio che faccia gli interessi di tutti e non un personaggio come Pavan... Commento inviato il 12-03-2017 alle 19:54 da Anonimo
  • si okey tutto giusto. Ma questi commercianti al di la di frignare una qualche idea riescono ad averla? o dipendono dalla politica in tutto e per tutto? Commento inviato il 12-03-2017 alle 17:50 da kattivik
  • E del nuovo Direttore Generale di Insiel nessuno dice nulla? Niente laurea e soprattutto nessuna esperienza significativa per un incarico che dovrebbe essere molto importante per la Regione. Alla faccia dell'onorevole Coppola e dei sui incarichi di governo. Su che basi e da chi è stata fatta la scelta? Commento inviato il 12-03-2017 alle 15:30 da Trieste
  • Perbenista non dici niente di Serracchiani il cui studio difende chi licenzia lavoratori e delocalizza? Commento inviato il 12-03-2017 alle 13:11 da Cittadino
  • Siete mai andati a Ferrara? Meraviglioso centro pedonale, negozi che funzionano con personale gentile e senza puzza sotto il naso (non come in centro a Udine) e videocamere attuve ovunque! Commento inviato il 12-03-2017 alle 07:52 da Anonimo
  • Si, confermo, ormai Udine è solo un triste cimitero... Commento inviato il 11-03-2017 alle 22:45 da Anonimo
  • Con un presidente di confcommercio come Giuseppe Pavan schierato pubblicamente a sx e con il portafoglio a dx; insieme ad un asseessore come Pizza che non capice e non vede il degrado delle città, non capisco proprio cosa si pretende se non la situazione attuale.. disastro!!!! Commento inviato il 11-03-2017 alle 20:22 da Anonimo
  • @Commento inviato il 11-03-2017 alle 13:06 da axxe: il tuo ragionamento va bene per gli udinesi ma non per chi viene da fuori! Io ad esempio quando il centro di Udine era aperto alle auto sapevo gia' dove andare a comprare... mi fermavo anche davanti al negozio o nei pressi. Da quando e' tutto limitato non vado piu'... Non si puo' pretendere che uno di Codroipo si metta a passeggiare per Udine se l'intento e' solo quello di acquistare un bene! Se faccio 25 km so benissimo cosa e dove andare ad acquistare... Le passeggiate le faccio al mio paese, forzarmi di farle a Udine nn me ne frega niente. Posso farlo in altre occasioni ma non parto da casa mia per passeggiare, parto per acquistare! E cosi' ciao ciao Udine! Persino in via montenapoleaone o della spiga o via condotti se vuoi arrivi in macchina... Chiudere il centro sara' un vero fallimento... E voglio aggiungere che in altre piccole citta' come Udine sono stati i commercianti del centro a costruire i centri commerciali periferici e cosi' hanno fatto un pareggio ideale... se va meno un negozio, va di piu' l'altro... Per me sono stati piu' furbi degli udinesi che invece hanno vissuto sugli allori e mazziati purtroppo da giunte di sx che hanno esponenti che nn sanno nemmeno cosa significhi lavorare! Commento inviato il 11-03-2017 alle 17:35 da al di codroipo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ