**
  • Home > Gossip > FURBETTI DEL PD STRUMENTALIZZANO IL GAYPRIDE
  • stampa articolo

    FURBETTI DEL PD STRUMENTALIZZANO IL GAYPRIDE

    816A

    Diffamazione e ingiuria. Sono questi alcuni dei possibili reati su cui potrebbero essere incappati un paio di noti politici locali del Pd friulano dopo aver "fatto di alcuni post" critici sul patrocinio concesso dal Rettore di Udine alla parata dell'Arcigay un vero e proprio caso di "stalking mediatico". Adesso le carte e i profili Fb sono in mano ai legali. Alla base dei fatti la volontà dei due politici di rendere volutamete virale su social e blog di tutta Italia una notizia che fino a prima del loro intervento aveva ricevuto solo poche visualizzazioni. Non solo; alcuni attivisti dell'Arcigay avrebbero ammesso di essere stati contattati, pur avendo espresso la loro contrarietà, allo scopo di montare una vera e propria campagna politica in grado di far emergere, per contro, i due politici del Pd come degli eroi dei diritti civili. Ad aver messo poi in imbarazzo molti omosessuali e simpatizzanti LGBTIQA i toni offensivi e minacciosi di alcuni commenti lasciati al post preso di mira. Insomma, nessun post omofobo, nessuna discriminazione, mille chiarimenti e scuse per eventuali fraintendimenti e nessuna volontà di vendetta da parte della comunità gay, ma solo il narcisismo e il cinismo dei soliti politici che sotto elezioni vedono ogni occasione utile per finire sotto i riflettori e raccogliere voti.

  • Commenti

  • Invece di parlare di stupidaggini oggi c'è un articolo sul fatto quotidiano relativo al conflitto di interessi della Smerdacchiani! E tu? Nulla vero! Deve arrivarci Travaglio! Ma va! Perbenista! Commento inviato il 10-03-2017 alle 11:19 da Io
  • Mentre qui si gioca a chi è più o meno progressista la regione a guida Pd stà preparando la vendita agli amici degli amici del cuore di INSIEL: la sanità. La sanità è sostanzialmente la parte friulana di Insiel l'unica che ha un valore reale sul mercato. Questo consentirebbe di far entrare su questo mercato molti amici di sinistra del DITEDI di cui era presidente Puksich e lasciare a chi verrà dopo una società priva di valore.Una scatola vuota. In questi giorni i dipendenti della Sanità friulana stanno preparando i loro profili professionali per poter essere presentati ai possibili venditori.Tutto questo con il bene placido di Colautti che giorni fà aveva fatto una interrogazione riguardo a Insiel e il beato sonno degli incapaci della Lega.Ciò che resterà di Insiel, secondo questo piano, saranno gli iperraccomandati intoccabili mentre il resto sarà smantellato pezzo dopo pezzo. Ecco spiegata la presenza di Puksich, Presidente di un gruppo si imprese concorrenti di Insiel, alla guida della società. Un piano orchestrato dalla giunta di sinistra con il beneplacido di lobby di potere economico e politico. Commento inviato il 10-03-2017 alle 00:40 da Geraldo
  • ricordo sempre che l'Italia e' al 77° posto per liberta' di espressione... Ma secodo me siamo messi ancora peggio in quanto bisogna contare pure la mafietta strisciante che ti fa credere d'essere libero ed invece si attiva per metterti il bavaglio! Commento inviato il 08-03-2017 alle 16:00 da al di codroipo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ