**
  • Home > Gossip > IL RETTORE DE TONI SUGLI SPECCHI DEL GAY PRIDE
  • stampa articolo

    IL RETTORE DE TONI SUGLI SPECCHI DEL GAY PRIDE

    20W

    Il rettore di Udine Alberto Felice De Toni, noto per la sua vicinanza al Pd, sulla stampa locale (vedi foto) dichiara di "aver voluto patrocinare il Gay Pride Fvg in considerazione delle attività di ricerca, in particolare del Dipartimento di scienze giuridiche, e di alta formazione per avvocati, magistrati e forze dell'ordine sui temi della tutela delle persone contro ogni forma di discriminazione, incluse quelle all'orientamento sessuale e sull'identità di genere". Sul Messaggero Veneto del 23 febbraio, a forma di Cristian Rigo si legge testualmente "Dopo il patrocinio del Comune di Udine e quello probabile, a sentire l’assessore all’Istruzione, Loredana Panariti, della Regione, tra i partner ci sono già l’Università di Udine e il Cec". Oggi sempre sul Messaggero Veneto il rettore De Toni dichiara confusamente " L'Ateneo non è organizzatrice nè partner dell'evento (ndr: semmai avrebbe dovuto scrivere organizzatore); ha solo concesso il patrocinio". Evidentemente, dopo questa arrampicata sugli specchi per motivare una scelta molto contestata anche all'interno dello stesso Ateneo, se c'è qualcuno che ha problemi di orientamento, politico e istituzionale, è proprio il Magnifico Alberto Felice. Verrebbe da pensare che arrivando da Padova, il rettore Alberto De Toni abbia frainteso il significato della sigla dell'Ateneo patavino UNIPD...

  • Commenti

  • Che l'Università abbia lo scopo dichiarato di promuovere lo studio e la conoscenza è un dato di fatto a cui non ci si deve concedere deroghe, specie nei commenti che leggo. Non è poi un caso se tanti docenti e ricercatori abbiano un appartenenza politica di sinistra. Si sa che chi stà a sinistra è più intelligente di chi stà a destra. E' un fatto fisiologico. Se poi è omosessuale è molto più facile che si possa dedicare allo studio essendo più "aperto" alle novità e ai nuovi stimoli. Certo non voglio dire che l'Università sia patria solo della sinistra. Ci sono i figli e figliocci della buona borghesia Udinese che nel tempo hanno potuto reclamare un adeguato posto visto l'aria del Castello, più fine e delicata, adatta a menti eccelse. Infine non dimentichiamo i rapporti con la curia che ha potuto nel tempo guidare tanti fedeli verso i posti amministrativi che possano permettergli di sviluppare una fede più attenta e consapevole. Perchè quindi scandalizzarsi che l'università sia vicino all'evento ? Forse dovrebbero scandalizzarsi gli omosessuali di tanta scientifica attenzione. Commento inviato il 28-02-2017 alle 16:49 da Son proprio Matti
  • Penso che abbia fatto bene, l'Università è il luogo della ragione e dei diritti. Riconoscerli agli LGBT non costa nulla a tutti gli altri, come non costa nulla il patrocinio dell'Università. Vedo che però a te piace prendere commenti dai fascisti. Commento inviato il 27-02-2017 alle 11:11 da Anonimo
  • froci del pd andatevene Commento inviato il 26-02-2017 alle 23:43 da Anonimo
  • Basta! Basta! Basta! A casa! Commento inviato il 26-02-2017 alle 00:20 da Go
  • Uno squallore totale. Il più politicizzato rettore degli ultimi anni, senza pudore. Il problema e' la condizione di bassezza raggiunta, a causa sua, da tutto l'ateneo. Una particolare menzione la merita in questo senso il dipartimento di ingegneria civile. Un saluto! Con la speranza che se ne vada presto. Commento inviato il 26-02-2017 alle 00:19 da Io
  • Durante le lezioni smettetela di fissarmi il culo, non provateci neamche, vi diffido tutti. Grazie. Commento inviato il 25-02-2017 alle 18:27 da Studente che vorrebbe studiare
  • MA BASTA!!! A CASA STA GENTE!!! Commento inviato il 25-02-2017 alle 18:23 da SKANDALO SERRAKRAK
  • ma no... "organizzatrice" e' corretto! l'Ateneo e' diventato checca ahahhaha!!!! Commento inviato il 25-02-2017 alle 18:18 da al di codroipo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ