il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

IL RETTORE DE TONI SUGLI SPECCHI DEL GAY PRIDE

Il rettore di Udine Alberto Felice De Toni, noto per la sua vicinanza al Pd, sulla stampa locale (vedi foto) dichiara di "aver voluto patrocinare il Gay Pride Fvg in considerazione delle attività di ricerca, in particolare del Dipartimento di scienze giuridiche, e di alta formazione per avvocati, magistrati e forze dell'ordine sui temi della tutela delle persone contro ogni forma di discriminazione, incluse quelle all'orientamento sessuale e sull'identità di genere". Sul Messaggero Veneto del 23 febbraio, a forma di Cristian Rigo si legge testualmente "Dopo il patrocinio del Comune di Udine e quello probabile, a sentire l’assessore all’Istruzione, Loredana Panariti, della Regione, tra i partner ci sono già l’Università di Udine e il Cec". Oggi sempre sul Messaggero Veneto il rettore De Toni dichiara confusamente " L'Ateneo non è organizzatrice nè partner dell'evento (ndr: semmai avrebbe dovuto scrivere organizzatore); ha solo concesso il patrocinio". Evidentemente, dopo questa arrampicata sugli specchi per motivare una scelta molto contestata anche all'interno dello stesso Ateneo, se c'è qualcuno che ha problemi di orientamento, politico e istituzionale, è proprio il Magnifico Alberto Felice. Verrebbe da pensare che arrivando da Padova, il rettore Alberto De Toni abbia frainteso il significato della sigla dell'Ateneo patavino UNIPD...