il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

FEDRIGA, GAVA E MOSCHIONI A ROMA; FONTANINI PRESIDENTE

I leghisti parleranno anche in Padano, ma certamente contano come tutti gli altri politici italiani. Ed è proprio facendo due conti sulle possibili proiezioni di voto e sui sondaggi in house che si dicono certi di portare a casa due deputati ed un senatore in Friuli Venezia Giulia. Massimiliano Fedriga, a cui spetta la prima scelta, vorrebbe fare un altro giro alla Camera, sperando in una poltrona da Ministro in caso di vittoria del centrodestra a trazione Zaia. In tal caso, restando ferma questa legge elettorale, correrebbe come capolista bloccato nel collegio di Trieste lasciando libero il più ambito collegio Udinese, oltre ad un posto vacante al Senato. A giocarsi il collegio d'oro di Udine alla camera ci sarebbero il segretario provinciale Daniele Moschioni e il presidente della Provincia di Udine Piero Fontanini. Oppure sempre nello stesso collegio che comprende anche Pordenone potrebbe correre il vice sindaco di Sacile Vannia Gava (vedi foto), ipotesi molto più che probabile, visto che la legge elettorale prevede l'alternanza di genere fra i capolista. Ipotesi questa che trascinerebbe il derby Moschioni - Fontanini al Senato dove veramente vince chi prende più voti e in questo la popolarità padana di Fontanini non avrebbe rivali. Oppure, altra ipotesi in piedi, Moschioni potrebbe correre al senato, candidando Piero Fontanini alla guida della Regione Fvg. Le amministrative udinesi in tal caso non sarebbero più un problema per i leghisti, visto che in tale ipotesi il candidato sarebbe in quota Forza Italia.