il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

PROFUGHI TRIESTE: 12MILIONI DI EURO A CARITAS E COOP

Il Ministero dell'Interno, tramite la Prefettura di Trieste ha pubblicato l'avviso di appalto aggiudicato per estratto dove si rende noto che in data 5 febbraio 2017 la Prefettura di Trieste ha aggiudicato, con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, la procedura aperta volta all'affidamento del servizio di accoglienza dei cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale nella provincia di Trieste, per il periodo 1/1/2017 - 31/12/2017 CIG 6852094ED5. L'aggiudicatario è il costituendo R.T.I. I.C.S. - Consorzio Italiano di Solidarietà - Ufficio Rifugiati Onlus, Fondazione Diocesana Caritas di Trieste Onlus (vedi foto), Lybra Soc. Coop. Onlus, Duemilauno Agenzia sociale Doc.Coop. Soc Impresa Sociale Onlus e La Collina Soc. Coop. Onlus Impresa Sociale per l'importo presunto di euro 11.497.500,00. La storia dell'Ics inizia nel 1993, durante la guerra nella ex Repubblica socialista Federale di Jugoslavia, con la promozione e il coordinamento, su tutto il territorio italiano, di una rete non governativa di accoglienza per i profughi provenienti sia dalla Bosnia Erzegovina che dalle altre aree coinvolte nel conflitto. Nell’estate del 1998, di fronte all’arrivo crescente a Trieste di profughi dal Kosovo, l’allora amministrazione comunale guidata da Riccardo Illy decide di aprire per proprio conto, per rispondere ad un’esigenza umanitaria, una struttura di accoglienza provvisoria presso un ricreatorio non più utilizzato e ne affida la gestione a ICS, Ufficio Rifugiati . Quella esperienza supera la temporaneità e l’iniziale improvvisazione e si struttura, l’anno successivo, come progetto permanente per dotare la città di una o più strutture di accoglienze rivolte ai richiedenti asilo. Dal 2013, in Convenzione con Comune e Prefettura di Trieste, ICS accoglie anche i richiedenti asilo temporaneamente presenti sul territorio. Ma come possono essere elargiti in accoglienza dei profughi, per un solo anno, circa 12milioni di euro in un territorio piccolo come la zona di competenza della Prefettura di Trieste? Provate ad immaginare quanto verrà elargito nel territorio di Udine e quindi in tutta la Regione Fvg e in tutta Italia...Forse in molti casi sempre allo stesso consorzio.