**
  • Home > Gossip > LIGNANO: TRABALZA SI SCHIERA CON BINI E SFIDA FANOTTO
  • stampa articolo

    LIGNANO: TRABALZA SI SCHIERA CON BINI E SFIDA FANOTTO

    130p

    Lignano. Ormai è praticamente sicuro che sarà l’ex sindaco ed esponente di punta della lista civica Io Amo Lignano, Stefano Trabalza (vedi foto), a capo di una coalizione di centro destra  a sfidare l’uscente  Luca Fanotto (vedi stessa foto), a sua volta sostenuto da liste civiche vicine al PD,  nella corsa allo scranno di primo cittadino della più importante localita turistica del Friuli. Trabalza ha confermato la propria disponibilità a candidarsi, dopo aver avuto rassicurazioni personali in cene distinte da Riccardo Riccardi, Daniele Galasso e da Ferruccio Saro in ordine alla scelta del suo futuro vicesindaco, dei vertici amministrativi del comune e sul fatto che Forza Italia sia pronta ad un profondo rinnovamento nelle candidature per le prossime amministrative. Anche Massimo Brini (attualmente in giunta con Fanotto) pare pronto ad abbandonare la nave che affonda per salire sul carro dei futuri vincitori. Rimane da sciogliere il nodo della Lega Nord che preoccupa il lungimirante Ferruccio Saro, sponsor di Massimiliano Fedriga alla guida della Regione Fvg. Infatti nessuno degli esponenti locali di Forza Italia e delle civiche del centro destra (obiettivo Lignano e Comunità Lignano) sembrano disposti ad imbarcare nell’alleanza l’esponente locale della Lega ed ex assessore ai tempi della giunta Delzotto, Graziano Bosello, ritenuto del tutto inaffidabile per via dei suoi tentativi di accreditare il genero Manuel La Placa a capo di un gruppo di estrema destra. Ma se a livello amministrativo la partita sembra concludersi resta il nodo elezioni regionali; i ben informati danno, infatti, Stefano Trabalza, un vicino alla coppia Bandelli/Rosolen, adesso molto vicino all'imprenditore Sergio Bini, mentre Riccardi spera in un recupero di Lignano Sabbiadoro a favore della sua corsa alla guida della Regione Fvg. Ovviamnete la Lega Nord di Fedriga, come ha ampiamente spiegato Ferruccio Saro, non starà a guardare a meno di una possibile intesa Bini/Fedriga.

  • Commenti

  • Perbenista meno canne,.... cosa centra l'elezione di Lignano con Bini Bandelli Rosolen Saro ecc. ecc. si mettono per caso in lista con Trabalza...... non credo vadano con un perdente!!!! Commento inviato il 04-03-2017 alle 22:50 da Clarabella
  • http://video.gelocal.it/messaggeroveneto/locale/a-udine-inaugurata-la-sede-di-progetto-fvg/69263/70224 . Imprenditore o prenditore? Si è messo in evidenza per l'impianto a biomasse nel centro di Gorizia e per il minigassificatore a Monfalcone, Per me è più prenditore. Commento inviato il 16-02-2017 alle 15:24 da Renzo Riva
  • Provate a pensare a quei poveri consiglieri regionali che magari solo dopo un mandato potrebbero andare a casa senza beneficio pensionistico.... Vole che Tondo non dimostri sensibilitá verso questi, uno come lui che ha maturato, legislature dopo legislature sia in Regione che a Roma? Comunque staremo a vedere. Prima taglia il numero di consiglieri e poi fa diventare la Casta ancor più Casta. Commento inviato il 11-02-2017 alle 15:51 da Pippo
  • Prossimi consiglieri regionali Alto Friuli alla faccia delle modifiche ad personam proposte dell'ex governatore: Mazzolini, Urbani, Marsilio, 5stelle. Fatto salvo che in consiglio regionale abbiano la dignita politica di portare il limite a due legislature e finalmente a quel punto Marsilio tornerá a casa assieme agli altri colleghi non menzionati (tondo compreso). Commento inviato il 11-02-2017 alle 12:23 da anonimo
  • Complimenti Paolo per l'incarico di partito che hai ricevuto, ora candidati alle regionali abbiamo bisogno di te! Questi di adesso non hanno fatto nulla per Gemona. Commento inviato il 11-02-2017 alle 10:59 da Gemonese
  • Ma che cazzo centrano Bini Bandelli Rosolen, con le el lezioni di Lignano????? Commento inviato il 10-02-2017 alle 21:40 da Lupo Alberto
  • Se danno il terzo mandato a Honsell mezza udine va a vivere a Lignano Commento inviato il 10-02-2017 alle 21:30 da Anonimo
  • Se Paolo si candida massacra in termini elettorali tutti e quattro gli attuali consiglieri regionali e finalmente avremo una persona che tutelerá veramente questo territorio. A casa i Bla, bla, bla, bla Commento inviato il 10-02-2017 alle 16:23 da Gemonese
  • @anonimo. Qualche piccolo errore nel testo, ma contenuti quasi molto ma molto veritieri. Manca un particolare, vedrai che al prossimo giro ti troverai in regione anche il figlio di una persona molto vicina a Tondo anche se Tondo in quel momento sarà lontano, dicono a Roma con l'ennesimo partito......... Commento inviato il 10-02-2017 alle 14:47 da Anonimo
  • La Casta si tutela e sviluppa anticorpi. Ma la gente non è stupida. Leggendo oggi il messaggeroveneto tutto ciò risulta evidente in paricolare se quanto esternato dall'ex presidente in merito possibili modifiche alla legge elettorale regionale risultassero fondate. Chiedere di portare da due a tre i mandati per i sindaci è cosa buona e giusta e se oggi purtroppo c'é questo limite dobbiamo ringraziare in prima persona quei consiglieri regionali che con il proprio voto hanno avallato a suo tempo questa scelta sciagurata, uno per tutti Marsilio. Ma la proposta di Tondo purtroppo non è fine a se stessa come potrebbe sembrare, anzi, il disegno che si cela dietro la sua proposta è ben diverso. Nel caso specifico è evidente che a Tondo non interessa dare la possibilitá ai comuni di avere una continuità amministrativa attraverso un Sindaco per tre legislature continuative, (soprattutto nei piccoli comuni dove si stenta a trovare anche un solo candidato) ma bensì tentare di dissuadere qualche sindaco a candidare alle prossime regionali a favore di qualche neoeletto e magari della propria lista di A.R. (l'esempio riportato dal messaggeroveneto su Gemona è fin troppo evidente). Ma la cosa ancor più grave di questa manovra politica é che con il reintegro dei tre mandati per i sindaci darebbe il via libera alla conferma dei tre mandati anche ai vari consiglieri regionali... dando così di fatto garanzie di ricandudatura non solo a Marsilio ma anche allo stesso Tondo... Come vedete il detto cane non mangia cane vale anche per il 2017 e guarda caso varrá anche per il prossimo 2018. Commento inviato il 10-02-2017 alle 14:20 da anonimo
  • Fanotto chi? Bandelli/Rosolen: visitors ! Povera Lignano ! Commento inviato il 10-02-2017 alle 11:28 da Anonimo udinese

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ