**
  • Home > Gossip > CASO EGAS - BENSA: SERRACCHIANI LASCIA O RADDOPPIA?
  • stampa articolo

    CASO EGAS - BENSA: SERRACCHIANI LASCIA O RADDOPPIA?

    739A

     La presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani il 29 dicembre 2016 firma il contratto con il quale Massimo Romano (vedi foto) assume la direzione generale di Egas (Ente per la gestione accentrata dei servizi condivisi), di cui era già commissario straordinario, successivamente all'allontanamento della dott.ssa Giuliana Bensa. Curioso pensare che a capo della commissione che aveva individuato la Bensa vi fosse proprio Massimo Romano, successivamente divenuto direttore amministrativo dello stesso super ente. «Egas riveste un ruolo importante nel sistema sanitario regionale - ha rilevato Serracchiani - e al direttore generale chiedo in particolare una grande attenzione nella formulazione dei bandi di gara». Alla firma del contratto era presente anche l'assessore regionale alla Salute e Integrazione sociosanitaria Maria Sandra Telesca. Ma chi si è aggiudicato i bandi di gara successivamente all'ingiusto allontanamento della Bensa e queste gare sono impugnabili da quanti sono rimasti esclusi? Egas, previsto dalla legge 17 del 2014, è l'ente che ha il compito di migliorare l'efficacia e l'efficienza sanitaria, svolgendo, per conto degli enti del servizio sanitario regionale, anche su indicazione della Regione, funzioni di aggregazione della domanda e di centrale di committenza per l'acquisizione di beni e servizi, nonché funzioni accentrate di supporto tecnico, amministrative e gestionali. Nel prospettare «aspettative importanti», Romano ha evidenziato la «rilevanza strategica della centralizzazione degli acquisti e la necessità di garantire un supporto adeguato alle aziende sanitarie nell'erogazione dei servizi». Oggi, successivamete alla sentenza del Consiglio di Stato la dott.ssa Bensa ha diritto a recuperare gli stipendi "persi" dal giorno della sua estromissione e a quelli in essere fino al termine del contratto che aveva sottoscritto, ossia fino al 2018. Questo apre le porte secondo vari giuristi e tecnici ad un possibile reintegro ai vertici di Egas della Bensa, sempre che non si voglia correre il rischio di continuare a pagare due stipendi e a incorrere in un possibile danno erariale. La direzione centrale della salute e l'assessorato pare non vogliano arrendersi ed hanno chiesto all'avvocatura della Regione di farsi venire in mente un'idea per uscirne fuori: responsabile dell'ufficio è l'avvocato Volpe.



  • Commenti

    123
  • Gentile Perbenista Ti aggiungo questa!!! È incredibile come certe persone facciano carriera …. Basta infatti essere un sindacalista ….. Basta essere un amico/ braccio destro dell’Assessore Regionale alla Salute Telesca …. Ed il gioco è fatto….. Ecco come il sindacalista, a 50 anni, Cannarsa Nicola (CISL) noto a tutti quale braccio destro della Telesca che dopo 15 anni lontano dal luogo di lavoro perché sindacalista viene PROMOSSO …. Il più votato in Azienda Sanitaria tra le file del Comparto diventa Dirigente e cambia ruolo!!! Da Tecnico di Laboratorio Biomedico a Dirigente Biologo (Decreto Direttore Generale Azienda Sanitaria di Udine 743 del 7/12/16) !!! Con quali competenze??? Con quali capacità??? Se da oltre 15 anni è fuori dal sistema perché ha fatto il sindacalista con DOPPIO STIPENDIO???? Ma come è possibile questo?? Come mai esce dalla CISL???? .. ma non sarà mica questioni di tessere e doppi/tripli stipendi???? Commento inviato il 26-01-2017 alle 07:23 da Anonimo
  • Quotidiano Sanità Friuli Venezia Giulia Sabato 21/01/2017 FVG. Vinta la causa contro la Regione. Immotivata la decisione di rimuovere il direttore dell’EGAS Giuliana Bensa http://www.quotidianosanita.it/friuli_venezia_giulia/articolo.php?articolo_id=46898%20 Commento inviato il 21-01-2017 alle 10:30 da Serracchiani batti un colpo
  • Stiamo aspettando un atto di decenza dalla Serracchiani ma senbra che dobbiamo rassegnarci al fatto che la rottamatrice è degna della peggiore prima repubblica. Se avesse un minimo di decenza reintegrerebbe la vera Direttrice, invece Pantalone paga i doppi stipendi. Commento inviato il 17-01-2017 alle 16:19 da Anonimo
  • La corte dei conti non interviene? Chi paga il doppio stipendio? Cittadini del Friuli Venezia Giulia mandiamo a casa questi personaggi. Commento inviato il 16-01-2017 alle 13:15 da Anonimo
  • M5S l'unica alternativa contro questa classe politica di falsi rottamatori degni della peggiore prima repubblica che per lo meno era più intelligente nel modo di operare. Commento inviato il 13-01-2017 alle 13:01 da Cittadino
  • E vai con i danni erariali. Non si sa se contare sull'opposizione o sulla corte dei conti. Tanto pagano i cittadini che però alle prossime elezioni sapranno chi votare. M5S. Commento inviato il 13-01-2017 alle 05:20 da Anonimo
  • Per fortuna che la minoranza non esiste e quinti tutto è permesso. Forza M5s Commento inviato il 12-01-2017 alle 14:08 da Anonimo
  • La realtà è che la Serracchiani è stata bellamente presa per il c... mentre era in giro a fare i supi interessi. Pensava di decidere lei e invece la hanno raggirata. Che figura di m.... Commento inviato il 12-01-2017 alle 12:51 da Gola EGAS
  • Gran incompetenza amministrativa di chi ha fatto i bandi Commento inviato il 12-01-2017 alle 12:21 da Anonimo
  • Da quanto si capisce si cacciano i cervelli e si tengono le DG incompetenti e servili. #dginsielacasa #pdinsielacasa Commento inviato il 12-01-2017 alle 10:50 da Anonimo Insiel
  • Ormai la Serracchiani è in mano ad altri e non sa più come muoversi, per questo preferisce scappare a Roma. Pessima figura. Commento inviato il 12-01-2017 alle 07:15 da Go home
  • Favori ad una protetta di Saro Commento inviato il 12-01-2017 alle 06:31 da Anonimo
  • Corte dei conti e Cantone dove siete? Commento inviato il 12-01-2017 alle 06:26 da codroipo
  • Hanno fatto fare la figura della pirla alla presidente della regione, che però non ha le palle per reagire. Si cacciano in malo modo le professioniste serie e si tengono strette le serpi in seno. Una persona con questi principi può governare una regione? Vedremo se interverrà la corte dei conti. Commento inviato il 12-01-2017 alle 06:21 da Anonimo
  • Se la Serracchiani ha un minimo di senso della giustizia, reintegra la professionista ingiustamente allontanata e denigrata. Sarebbe troppo chiedere che allontani chi ha montato tutta la vicenda, ingannando anche lei, per meri fini personali. Commento inviato il 12-01-2017 alle 06:14 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ