**
  • Home > Gossip > PD: IL TIE' NEL DESERTO
  • stampa articolo

    PD: IL TIE' NEL DESERTO

    730A

    Che il vento sia cambiato appare chiaro a molti, soprattutto in Friuli Venezia Giulia dove la possibilità di una vittoria del centrosinistra alle prossime regionali appare assai remota. Ma la dimostrazione che il Pd difficilmente tornerà a governare nel 2018 lo si deduce dalla ferma volontà di Debora Serracchiani di scappare a Roma. Tale è la sua volontà, da aver detto ad alcuni esponenti di spicco del partito che, quando ve ne fosse la richiesta, lei sarebbe pronta ad indire le primarie per individuare il nome del prossimo candidato governatore. Ecco allora che l'ingenuo Sergio Bolzonello (vedi foto) già si sente ufficialmente il candidato in pectore e va in giro stringendo alleanze a suo sostegno. A Udine, avrebbe già fatto un accordo con il sindaco Furio Honsell (in rappresentanza del costituendo partito di Pisapia) garantendogli un posto di prestigio nella futura giunta e con Agostino Maio confermandogli la comoda poltrona di capo gabinetto. Pare invece che dovrà fare i conti con le ambizioni dell'europarlamentare Isabella De Monte che certamente non avrà le condizioni per tornare a Bruxelles. Non solo, secondo la teoria che il governatore del Friuli Venezia Giulia, dovrà necessariamente essere un friulano della provincia di Udine, a scadarsi a bordo campo vi sono anche Franco Iacop e Cristiano Shaurli. A questo sorge spontanea una domanda che non vuole essere assolutamente offensiva: per quale ragione Debora Serracchiani non tenta il bis e se perde fa l'umile consigliere di opposizione? Per quale ragione Franco Iacop dopo aver fatto il numero massimo di legislature in regione non appende le scarpe di Prada al chiodo? Per quale motivo Furio Honsell dopo dieci anni di Rettorato e dieci di sindaco di Udine non torna ad insegnare? Perchè Agostino Maio da buon funzionario dell'Università non torna alla segreteria degli studenti?

  • Commenti

    123
  • Gli apprendisti laureati hanno dovuto girare in maglia gialla per distinguersi dai non laureati frequentatori del Politecnico (della mensa e del bar?) o dai neo dirigenti con grandi potenzialità (nel nuoto o nell'equitazione?). Questa è la triste realtà mentre la banda larga giace e l'informatizzazione degli enti locali è ferma da anni. #InsielPDacasa #InsielPresidenteacasa #InsielDGacasa Commento inviato il 10-01-2017 alle 13:14 da Anonimo
  • Andate a vedere le dichiarazioni dei redditi di Fedriga e Zilli prima che diventassero politici di professione prima di indicarli come soluzioni di tutti i mali. Io stimo che entra in politica senza averne bisogno. Quelli che si sistemano grazie alla politica non mi convincono. Di "beatificati" dalla sorte politica (nominati o ripescati come i due citati) non se ne può più. Commento inviato il 08-01-2017 alle 21:42 da Filippo
  • Perbenista apri un forum su Insiel, è una bella idea. Chissà quante cose riusciremo finalmente a sapere. Forse da domani la direzione si metterà alla ricerca di chi scrive sul perbenista per punire e dare l'esempio. #DirezioneInsielaacasa. Ma è vero che la casa ai dirigenti allieni la paga Insiel? Commento inviato il 08-01-2017 alle 16:47 da Sarà vero?
  • perchè prendersela con un dirigente che ha fatto Bingo ... ? dobbiamo essre comprensivi, era a casa da più di un anno .... merito della sua competenza? A proposito , è vero che i ragazzi (laureati con il massimo dei voti) assunti con contratto di apprendistato hanno dovuto girare con una maglietta Gialla? Per essere riconosciuti o essere messi ala berlina? Commento inviato il 08-01-2017 alle 16:36 da #InsielDGacasa
  • Insiel non è quella della banda larga in tutta la regione? I risultati sono sotto gloi occhi di tutti. Tutti a casa. #pdacasa Commento inviato il 08-01-2017 alle 12:29 da anonimo
  • Di insiel non se ne può più nemmeno negli enti locali. Nulla da dire delle persone ma si vede che la società è allo ormai allo sbando e senza una linea di lavoro. I programmi sono vecchi e completamente inadeguati per gestire le nuove organizzazioni delle UTI. Tutti dicono che l'informatica è ormai indispenabile ma per chi ci lavora ogni giorno è una sofferenza continua. Chi ci governa probabilmente non sa nemmeno di cosa stiamo parlando, a partire dell'assessore con la delega che sicuramente non usa i programmi di insiel ed ha un bel iphone o mac. Con questi non andiamo da nessuna parte. A casa. Commento inviato il 08-01-2017 alle 09:29 da Anonimo
  • Facciamo diventare virale #InsielPresidenteacasa #InsielDGacasa #InsielPDacasa Commento inviato il 08-01-2017 alle 06:07 da #InsielPresidenteacasa
  • Tutti i dipendenti di Insiel e i loro parenti voteranno contro il PD che ha affondato definitivamente la barca consentendo solo ad alcuni topi di portare a casa formaggio friulano. I sindacati hanno grosse responsabilità anche se l'atteggiamento arrogante della dirigenza di Insiel e il totale disinteresse della proprietà non consentono nessun tipo di dialogo. Commento inviato il 08-01-2017 alle 05:34 da @InsielPDacasa
  • Purtroppo è vero. Dirigenti pagati più di 100.000 euro al netto dei premi e raGazzi assunti con cintatto fi apprendistato cge saranno cacciati alla prima occasione. Competenze dei ditigentitutte da dimostrare. Curriculum vuoti o costruiti ad arte. DG, presidente e dirigenti vari che brancolano nel buio e attendono tremanti solo direttive dalla regione per non far piangere ancora la presidente. Le vere lacrime oggi sono quelle dei dipendenti di Insiel, che non sanno come comportarsi di fronte a situazioni assurde d degradanti per la loro professionalità. Le lacrime di domani saranno quelle del PD che andrà a casa. Intanto però qualcuno si sarà intascato qualche centinaio di migliaio di euro e potrà rimpinguare il curriculum. Commento inviato il 08-01-2017 alle 04:26 da Purtroppo è vero 2
  • Purtroppo è vero: un concorso fatto ad hoc per un non laureato che ha fatto bingo con assunzione a tempo indeterminato come dirigente. Un insulto all'università di Udine ed a tutti i laureati in informatica, ingegneria gestionale, ecc. della Regione. Guarda caso amico della dg, ma forse era questo il requisito richiesto. D'altronde fanno carriera ... Chiediamo a tutti i laureati della Regione di ribellarsi a questo metodo vergognoso tipico di quella prima repubblica che la Serracchiani dice di voler rottamare ma che cavalca alla grande fatto salve le lcarine di coccodrillo. Dovrebbe intervenire la Corte dei Conti è il pudore ma non contiamoci perché sono senza vergogna. A casa tutti, giunta regionale e dirigenza Insiel. Dove era Panontin quando accadeva queste cose, o le approva anche lui? Perbenista apri un forum su Insiel altro che sui cinesi. Commento inviato il 08-01-2017 alle 00:25 da Purtroppo è vero
  • Forse per fare pulizia ci vorrebbe che la Corte del Conti vada a mettere il naso se è vero come avevamo letto che: 1 In Insiel un dirigente che dirigeva ora dirige se stesso e immaginiamo sia pagato da dirigente premi compresi. 2 il dg e dir personale hanno fatto un concorso per la sostituzione di questo dirigente cercando un dirigente a tempo indeterminato non laureato. 3 che il personale interno con adeguato curricula, sia stato adeguatamente consigliato di non rispondere. 4 che il focus premiante per il concorso era la lingua inglese. 5 che stranamente il concorso è stato vinto da uno importato ... ovviamente non laureato perchè in regione non sono stati trovati informatici con adeguata competenza ... Insiel è una società partecipata o una società privata con un padrone/proprietario che rischia del suo e che può fare tutto ciò che crede? Commento inviato il 07-01-2017 alle 17:03 da Sara vero?
  • Di insiel non gliene frega niente a nessuno. Faremo in modo che 700 famiglie e tutto l'indotto parentale se ne ricordi alle prossime elezioni, prima a quelle nazionali poi a quelle regionali. A casa questa amministrazione di incompetenti. Il presidente di insiel non pensi poi di fare carriera politica con questo suo ennesimo fiasco. Commento inviato il 07-01-2017 alle 12:06 da Anonimo disilluso
  • Mandi mandi è ora che anche le associazioni sindacali si facciano sentire su Insiel. Quello che dice PD Insiel è sacrosanto, un presidente autoreferenziale che gira il mondo solo per crearsi un curriculum con i soldi della regione ed una dg incompetente e senza alcuna esperienza hanno finito di affondare Insiel. L'assessore competente e la presidente della regionr sembrano non interessarsi minimamente della azienda in house e i 600 dipendenti sono lasciati in balia degli umori della dg, della lotta intestina fra presidente e dg, degli eventi e dei raccomandati che ricoprono ruoli per meriti che nulla hanno a che fare con la professionalità. Sarebbe ora che a capo di Insiel venisse messa una persona preparata e con una visione di prospettiva; in Regione ne abbiamo, basta guardarsi attorno e decidere pensando al bene dell'azienda, degli enti e dei cittadini. Commento inviato il 07-01-2017 alle 11:05 da Anonimo
  • l'on. fedriga è un altro foresto! Commento inviato il 07-01-2017 alle 01:05 da cassie
  • Da quello che sento , PD Insiel evidenzia correttamente l'umore presente in azienda. L'assenza della DG non cambia la situazione, in quanto le strategie sono mancanti da quando è arrivata, continua solo la propaganda sul cambiamento ossia fumo a cui nessuno crede. Viva è la speranza che venga spedita e che tutti i plaudenti mezzi figuri vengano messi da parte. E' necessario che si faccia ripartire una azienda radicata e utile al territorio. Le possibilità ci sono ancora, utilizzando le competenze presenti che appaiono sempre più amareggiate e disilluse vista la situazione evidente dall'ultimo anno. I tempi sono ormai stretti per fermare la continua decadenza . Commento inviato il 06-01-2017 alle 19:20 da mandi mandi

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ