**
  • Home > Gossip > IL COMPAGNO FURIO SFIDA BOLZONELLO ALLE PRIMARIE
  • stampa articolo

    IL COMPAGNO FURIO SFIDA BOLZONELLO ALLE PRIMARIE

    710A

    Molto probabilmente a contendere a Sergio Bolzonello la corsa a governatore per il centrosinistra in Friuli Venezia Giulia ci sarà anche il sindaco di Udine Furio Honsell (vedi foto). Parrebbe infatti che il gruppo costituente l'ala sinistra della coalizione, ossia quella che farebbe riferimento a Giuliano Pisapia, sia intenzionato a candidare alle primarie l'ex Rettore. In questo caso per Sergio Bolzonello che evidentemente non conta dell'appoggio di una vaste parte del suo partito, sia per questione territoriali che di corrente, sarebbe una sfida molto impegnativa.

  • Commenti

  • Anonimo Friulano ti riferisci forse a un sindaco della valle del But che è andato a Roma a parlare delle UTI e poi in loco boicotta il progetto, a un sindaco della val degano o un sindaco della val tagliamento che promuove i ribelli? Fra pochi giorni arriva in Carnia la Presidente e, a porte chiuse, li mette in riga tutti. L'elenco dei boicottatori del PD alla loro riforma è lungo e alcuni personaggi, legati al partito, sono pure insospettabili. Intanto anche Paularo prende il volo. Commento inviato il 24-12-2016 alle 12:54 da Anonimo Cjargnel
  • Che faccia da mona! E pensare che ha fatto il sindaco per 8 anni. Udine si dovrebbe vergognare. Commento inviato il 24-12-2016 alle 07:45 da Anonimo
  • Per Cjargnel: quando dimostrerete di essere maturi e uniti, cominceremo a prendervi in considerazione. Intanto continuate a litigare che fa comodo a tutti, specie se a litigare sono tutti i sindaci PD che davanti dicono di essere a favore delle riforme e dietro, perché sono anche codardi, remano contro. Commento inviato il 23-12-2016 alle 14:42 da Anonimo Friulano
  • basta con i teorici universitari, in regione c'è già l'esempio dell'Assessore alle Finanze Francesco Peroni ex rettore dell'Università di Trieste, parole e nessun fatto, vedi la gestione fallimentare del Mediocredito e di tutte le partecipate Commento inviato il 23-12-2016 alle 06:45 da Anonimo
  • ma ci avete dimenticati? non si parla più di quassù? della conca.... della piazza.... Commento inviato il 23-12-2016 alle 06:36 da cjargnel
  • Ma un autoctono no? Possibile che dobbiamo farci governare sempre e comunque da visitors che non hanno radici nella nostra cultura? Paziemza le eccellenze in campo manageriale e culturale, ma la politica locale (che deve aprirci al mondo) è un'altra cosa ... Poi basta con universitari e magistrati: la politica è un'altra cosa. Speriamo che i Friulani la capiscano. Commento inviato il 22-12-2016 alle 22:52 da Anonimo Friulano
  • La riforma delle UTI é un disastro. È seguita da strapagati direttori regionali che evidentemente non hanno idee chiare e non conoscono le reali competenze delle ex province Commento inviato il 22-12-2016 alle 16:02 da Anonimo
  • Serracchiani ha chiuso le province ma si è dimenticata di decidere chi dovrà seguire l'edilizia scolastica. È indegno quello che è successo a Cervignano Commento inviato il 22-12-2016 alle 15:50 da Anonimo
  • titoli, lauree, rettorati,dirigenze di partito ai massimi livelli nazionali poi il telegiornale mi dice che a Pontebba si spenderanno 48 milioni per portare i sciatori in Austria mentre a Cervignano cadono le finestre della scuola. C'è qualcosa che non va. Commento inviato il 22-12-2016 alle 11:30 da anonimo
  • Questi, quando provano la poltrona non la vogliono mollare, a qualsiasi costo Commento inviato il 22-12-2016 alle 11:29 da Anonimo
  • Bolzonello, Honsell, De Toni, Riccardi! Tutti dipendenti pubblici che non hanno mai lavorato nel privato! Tranne Bolzonello (ma forse anche lui ha fatto carriera privata con la politica)! Mi chiedo se questa gente ci rappresenta veramente...! Ridicolo Riccardi intervistato dal Perbenista (Udinese TV) ! Ha detto che lui ha sempre lavorato bene e non si considera facente parte della casta! E che prima guadagnava di piu'! Si ma in Autovie chi l'aveva messo? C'e' andato per meriti o concorso oppure era un posto in quota assicurato dalla politica? Posto che rende centinaia di migliaia di euro/anno! Riccardi ha mai lavorato nel privato? Forse si..., lavoretti, ma potere e denaro sono arrivati dalla politica! Punto! Nel privato questo "furbetto" al max varrebbe 2500 euro/mese senza rimborsi! Ed il bello e' che quando il signorino vorra' potra' tornare in Autovie perche' in aspettativa! Tutti privilegi della Casta della PA marcia! Sinceramente vedere che i candidati per la Presidenza vivono del 27 e li' siano approdati per altro che la meritocrazia... mi fa un po' ridere! Chi ha fatto parte della PA anche per brevissimo tempo sa benissimo che la' fuori c'e' un altro mondo! Un mondo a loro estraneo che combatte ogni giorno per la pagnotta, il mutuo e le spese per i figli! I veri servitori dello Stato sono i lavoratori privati! Tutti gli altri sono per almeno il 50% PARASSITI ed il restante OMERTOSI perche' cosi' conviene! Spero cje il M5S candidi una persona che vale ed il voto sara' suo! Sono stufo di questa gentaglia! Commento inviato il 22-12-2016 alle 09:04 da al di codroipo
  • L'unica amara considerazione che un cittadino "normale" può fare è che: deve essere un bell'affare stà cosa che chiamano politica! Chi ne è dentro non molla l'osso manco alla pensione, altri che si sono conquistati comunque sedie di "comando" cercano di convertirle in politichese...Tutti gli altri, cioè NOI, ubbidiamo e paghiamo a lor Signorie profumati stipendi a fronte di miserrimi risultati. Commento inviato il 22-12-2016 alle 07:36 da cittadino
  • Chissà se il centrodestra farà le primarie a Udine tra il professionista di sedie e politica Pieri Fontanini, l' ex psi arrestato di Tangentopoli Alessandro Colautti, il funzionario della Banca di Vicenza Loris Michelini e l' ex assessore di Honsell Giovanni Barillari. Tutti disponibili a fare il sindaco senza dire per fare che cosa.... Commento inviato il 22-12-2016 alle 02:30 da Anonimo
  • Questa e la notizia precedente che riguarda il rettore De Toni mi fanno pensare: Ma la competenza di queste persone esiste davvero ? Voglio dire prima di essere rettori sono docenti, professori, l'eccellenza nella loro materia. E invece di ambire al top in ambito scientifico, culturale questi ambiscono alla poltrona. Ho l'impressione che nel mondo accademico, fuori dalla loro università, questi non se li fila nessuno e allora come emergere dalla mediocrità ? Commento inviato il 22-12-2016 alle 00:29 da axxe

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ