il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

MALATTIA DIFENDE PANONTIN E ATTACCA LA MAGISTRATURA

L’autosospensione dell'assessore regionale alle Autonomie Locali e alla Protezione Civile, Paolo Panontin, non arriverà prima di martedì mattina. Domani sera alle 18.30 il Presidente dei Cittadini, Bruno Malattia (vedi foto) ha convocato la direzione regionale del Movimento, dove, dopo aver ascoltato le considerazioni di Panontin, verrà deciso il da farsi. Bruno Malattia mette da parte la veste di politico ed indossa immediatamente la toga di avvocato affermando che "le conclusioni indagini non hanno la valenza di condanna attribuita da certa stampa ed opinione pubblica". Non solo; va giù duro come ai tempi in cui difendeva i big coinvolti durante tangentopoli ed afferma che "dal 1992 ad oggi i tempi e i modi dei cambiamenti della politica vengono decisi dalla magistratura; questo a causa, paradossalmente, di una politica troppo debole". Tuttavia va ricordato che mentre nel caso Torrenti non si era ancora giunti al fine indagini, questa volta Panontin ha un avviso di conclusione indagini e difficilmente non ci sarà un rinvio a giudizio. Questo non comporta una condanna anticipata, ma certamente dei tempi molto più lunghi che darebbero poco senso ad un'autosospensione. Infine, dettaglio tecnico non da poco, gli uffici regionali ci comunicano che non esiste l'autosospensione di un assessore regionale, ma solo la sospensione con relativa revoca delle deleghe operata dalla governatrice.