il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

CALENDA E I RICCHI PORTAVOCE SENZA CONCORSO

Domani a San Vito arriverà il Ministro per lo Sviluppo Economico Carlo Calenda a far visita alla Lean Experience Factory (LEF) - che mette in rete macchine e impresa. La cerimonia di inaugurazione della LEF (vedi foto), alla presenza del presidente nazionale uscente di Confindustria Giorgio Squinzi, di quello di Unindustria Pordenone Michelangelo Agrusti e del vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello fu estremamente autoreferenziale. La realtà LEF è sorta nel 2011 grazie a un investimento compiuto in partnership  tra Unindustria Pordenone e la Società di consulenza internazionale McKinsey & Company. Ma a distanza di cinque anni chi ha capito concretamete di cosa si tratta e chi ne ha tratto beneficio? Il cerimononiale della Regione Fvg ha voluto allestire per domani mattina in LEF un corner per il rilascio di interviste e comunicati da parte del Ministro Calenda, della governatrice Debora Serracchiani e dal Presidente di LEF. A seguito di Debora Serracchiani l'immancabile portavoce Giancarlo Lancellotti, 92.000 euro annui, dal 2004 a seguito di Ettore Rosato e della Serracchiani fra Roma, Bruxelles e Trieste. Poravoce degli "uomini del fare", ossia degli imprenditori pordenonesi, Massimo Boni, addetto stampa di Unindustria Pn e Cciaa Pn, precedentemente a servizio di Arpa Fvg, Finest ed Areoporto: tutti incarichi ad affidamento diretto. Chissà se il Ministro per lo Sviluppo Economico, la Governatrice Serracchiani e il presidente di Unindustria Pn sono a corrente di quanto percepisce a pezzo un giornalista precario. Chissà se veramente si sentono tutti Lean difronte a questi sperperi gettati in faccia ad un esercito di neolaureati disoccupati.