**
  • Home > Gossip > CALENDA E I RICCHI PORTAVOCE SENZA CONCORSO
  • stampa articolo

    CALENDA E I RICCHI PORTAVOCE SENZA CONCORSO

    655A

    Domani a San Vito arriverà il Ministro per lo Sviluppo Economico Carlo Calenda a far visita alla Lean Experience Factory (LEF) - che mette in rete macchine e impresa. La cerimonia di inaugurazione della LEF (vedi foto), alla presenza del presidente nazionale uscente di Confindustria Giorgio Squinzi, di quello di Unindustria Pordenone Michelangelo Agrusti e del vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello fu estremamente autoreferenziale. La realtà LEF è sorta nel 2011 grazie a un investimento compiuto in partnership  tra Unindustria Pordenone e la Società di consulenza internazionale McKinsey & Company. Ma a distanza di cinque anni chi ha capito concretamete di cosa si tratta e chi ne ha tratto beneficio? Il cerimononiale della Regione Fvg ha voluto allestire per domani mattina in LEF un corner per il rilascio di interviste e comunicati da parte del Ministro Calenda, della governatrice Debora Serracchiani e dal Presidente di LEF. A seguito di Debora Serracchiani l'immancabile portavoce Giancarlo Lancellotti, 92.000 euro annui, dal 2004 a seguito di Ettore Rosato e della Serracchiani fra Roma, Bruxelles e Trieste. Poravoce degli "uomini del fare", ossia degli imprenditori pordenonesi, Massimo Boni, addetto stampa di Unindustria Pn e Cciaa Pn, precedentemente a servizio di Arpa Fvg, Finest ed Areoporto: tutti incarichi ad affidamento diretto. Chissà se il Ministro per lo Sviluppo Economico, la Governatrice Serracchiani e il presidente di Unindustria Pn sono a corrente di quanto percepisce a pezzo un giornalista precario. Chissà se veramente si sentono tutti Lean difronte a questi sperperi gettati in faccia ad un esercito di neolaureati disoccupati.




  • Commenti

    12
  • Un pensiero per gli operai della Vidoni, a casa per via di uno stato che non paga e di una Serracchiani che volutamente blocca i lavori già assegnati! Votare NO e ' dovere morale! Quanto a quei morti viventi ex democristiani riciclati da anni che ancora lordano gli scranni istituzionali dico a tutti andatevene ! Commento inviato il 19-11-2016 alle 02:59 da Io
  • fa più audience Saro al Podere di Martignacco che un ministro della Repubblica Commento inviato il 18-11-2016 alle 07:20 da Anonimo
  • notate che ci sono solo quattro gatti ad ascoltare un ministro ? questo significa che ormai è finita; gli pseudo politici hanno ormai perso ogni credibilità !! (ove l'avessero avuta). Commento inviato il 18-11-2016 alle 07:18 da Anonimo
  • Agrusti non è friulano, ma vive in quello che è Friuli Occidentale, quindi sputa nel piatto in cui mangia! Commento inviato il 18-11-2016 alle 05:40 da Anonimo friulano
  • Agrusti esiste perchè è esistito Biasutti, era un suo leccaxulo, ora odia il Friuli e tutto quello che è friulano, come il suo "compagno" Bolzonello. Commento inviato il 17-11-2016 alle 08:57 da Anonimo
  • A novanta gradi, senza vaselina, e anche contenti. Sperano in un posto più in alto in un prossimo futuro. Magari un bel ruolo da consigliere regionale di maggioranza e da neosenatore con relativa immunità! Che bel quadretto sarebbe...e comunque sempre nel solo interesse delle comunità della nostra montagna. Commento inviato il 17-11-2016 alle 07:30 da Gianni1956
  • Mai avrei pensato che la Carnia si sarebbe messa a novanta gradi come purtroppo leggo. Commento inviato il 16-11-2016 alle 15:34 da Udinese
  • Certo, anzi saranno i primi, ancor prima degli iscritti storici del PD. Commento inviato il 16-11-2016 alle 15:32 da SERRA
  • Anche Ovaro e Villa??? Commento inviato il 16-11-2016 alle 15:28 da anonimo
  • I sindaci della Carnia (quasi tutti) voteranno Si... a meno chè all'ultimo momento la Serracchiani non decida di votare per il No, allora tutti viteranno No. Questa è la Carnia purtroppo. Ormai tutti servi della presidente Romana. Commento inviato il 16-11-2016 alle 15:27 da SERRA
  • Aereo Renzi cisto 170.000.000 CENTOSETTANTAMILIONI. E hanno il coraggio di prendere in giro Trump che va in giro a spese proprie. A CASA! Commento inviato il 16-11-2016 alle 15:20 da Povera Italia
  • Domani la Serracchiani a Tolmezzo per spiegare le ragioni del SI. Lei in questo è specializzata. Esempi: SI chiude il Tribunale, SI chiude la Caserma Cantore, Si nomina Brocco presidente uti, SI chiude Commisariato, SI chiude carniacque, SI chiudono poste, SI chiudono i comuni, SI ruchiudono le Terme, SI lascia che i consiglieri regionali facciano contemporaneamente i presidenti di albergo diffuso e che autofinanzino, SI aprono le frontiere a tutti i profughi del mondo, SI dustrugge la protezione civile regionale, SI eliminano le regioni autonome, SI crea una casta nella casta (sindaci e consiglieri regionali diventano anche senatori), SI continua a non far nulla per Servola, SI dará mandato a Roma di decidere sugli elettrodotti, SI continua a finanziare Carniawelcom, SI continua ad appianare il bilancio di Boschi Carnici, SI continua a finanziare baracche e baracconi (legnoservizi, ex agemont, friulmont, ecc. ecc.), SI fará la terza corsia (intanto son passati giá quattro anni inutilmente), SI fará il ponte sullo stretto di Messina (detta dal suo numero uno del PD), SI daranno fondi solo al sud per assunzioni, SI butteranno via 70 milioni di euro per promollo, SI chiude Coopca, SI chiude la cartiera Romanello, ecc.ecc. La Serracchiani con i suoi SI... ha rovinato la Carnia, la Regione e assieme al compagno Renzi anche L'Italia. GENTE, È GIUNTA L'ORA DI MANDARE A CASA QUESTI POLITICI SFASCIA CARROZZE!!! COME? Votiano in massa per il NO! Commento inviato il 16-11-2016 alle 15:16 da Brocco
  • Questo si fa la campagna referendaria con i soldi degli Italiani. Commento inviato il 16-11-2016 alle 14:23 da Anonimo
  • Ultima ca... di Renzi. 750 milioni di euro per il sud! Commento inviato il 16-11-2016 alle 13:50 da anonimo
  • Dai che tra un po avremo presidente della regione Bini, lanciato e sponsorizzato da Tondo. Tondo dice che bisogna guardare alla societá civile. Bravo. Ma ho un dubbio sulla reali motivazioni che lo portano ad affermare un tanto. Son convinto che gli rompa assai che un altro politico di centro destra lo sostituisca in quanto ormai è certo che la sua ricandidatura non è gradita a molti. Come mai oggi vede così di buon occhio chi priviene dalla societá civile, quando proprio nove anni fece le scarpe a Snaidero. Per me se gli chiedono di ricandidarsi son certo che cambia idea. Vai Fedriga, con te é fatta. A casa questi politici! Commento inviato il 16-11-2016 alle 11:49 da Boldi

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ