• Home > Gossip > DIRETTORE GENERALE ASS2 VA IN PENSIONE MA NON LO DICE
  • stampa articolo

    DIRETTORE GENERALE ASS2 VA IN PENSIONE MA NON LO DICE

    638A SCARICA PDF

    In data 24 dicembre 2014, praticamente a Natale, la governatrice Debora Serracchiani firmò il decreto di nomina a direttore generale dell'Azienda per l'Assistenza Sanitaria N.2 "Bassa Friulana - Isontina" al dottor Giovanni Pilati (vedi foto) . Nel decreto (vedi Pdf allegato) si legge che l'incarico ha la durata di quattro anni e dura fino al dicembre 2018. Al punto 3 è testualmente scritto: "Con riferimento alla non sussistenza delle condizioni di incompatibilità ed inconferibilità ed al mantenimento di un tanto, l'Amministrazione regionale, per il tramite della Direzione centrale salute, intergrazione sociosanitaria politiche sociali e famiglia, potrà procedere ad effettuare in qualsiasi momento, le relative verifiche e/o ad acquistare la necessaria documentazione, se necessario, anche prima dell'immissione nelle funzioni di direttore generale". Mancando ancora due anni alla scadenza del contratto il dottor Giovanni Pilati è ancora direttore generale dell'Aas2 Bassa Friulana - Isontina. Fin qui tutto normale. In data 20 ottobre 2016, invece, lo zelante direttore generale dell'Ass2 decide di andare ufficialmente in pensione e così accade. Del fatto però non viene avvisato ufficialmente nessuno tanto che oggi, in barba e capelli alla Legge Madia e alla trasparenza, il dott. Giovanni Pilati percepisce due laute entrate: quella da pensionato d'oro e quella da direttore generale dell'azienda ospedaliera. Ma ciò che più indegna è domandarsi come abbia potuto andare in pensione senza che nessun dirigente dell'azienda che dirige obiettasse nulla. Ve lo immaginate in un qualsia si altro un caso un dipendente pubblico che mentre continua a lavorare si trova anche a sua insaputa in pensione?

  • Commenti

    12345
  • Dobbiamo credere in questo PD che invece di far rispettare le leggi e mandare a casa questo direttore generale si preoccupa solo di primarie e poltrone Commento inviato il 08-03-2017 alle 20:26 da Latisana
  • Vai a casa siamo stufi di questi burocrati servi del potere Commento inviato il 07-03-2017 alle 20:25 da Gorizia
  • Ma nessuno dice niente su questi scandalo? Commento inviato il 04-03-2017 alle 18:37 da Latisana
  • Le sue dichiarazioni in Commissione Salute lasciano senza parole... dice che non ha mai messo in discussione dott. Copetti basta leggere gli articoli del Messaggero Veneto quando lo accusava di danno erariale mentre il vero danno erariale è il suo stipendio in barba alla legge Madia Commento inviato il 04-03-2017 alle 18:36 da Latisana
  • Invece di allontanare il primario del PS di Latisana non era meglio che te ne andavi tu vista la legge Madia Commento inviato il 02-03-2017 alle 19:09 da Latisana
  • Che razza di direttori abbiamo Commento inviato il 28-02-2017 alle 19:51 da Gorizia
  • E questo doveva controllare che i due medici di Gorizia facessero il loro dovere invece che andare a spasso? Commento inviato il 28-02-2017 alle 19:51 da Gorizia
  • Evidentemente neanche di te che sembravi essere il nuovo che avanza non ci si può fidare...peccato io ci credevo Commento inviato il 21-02-2017 alle 19:01 da Ex votante PD
  • Ma allora cara Debora tu che sei avvocato e legislatore perché non fai rispettare le leggi? Commento inviato il 21-02-2017 alle 18:59 da Ex votante PD
  • Romoli non dici nulla alla Serracchiani? Commento inviato il 17-02-2017 alle 20:37 da Gorizia
  • Indignazione per mancato rispetto della legge Commento inviato il 13-02-2017 alle 20:07 da Anonimo
  • I sindaci della Bassa chiedono la sua rimozione mentre basterebbe dire alla Telesca che si rispetti la legge Madia Commento inviato il 13-02-2017 alle 20:06 da Anonimo
  • Imbarazzante che nessun politico dell'opposizione dica nulla. Riforma sanitaria sbagliata affidata a dirigenti che dovrebbero essere a casa Commento inviato il 10-02-2017 alle 21:02 da Gorizia
  • Ma da che razza di politici e dirigenti ammaniccati siamo governati Commento inviato il 09-02-2017 alle 19:00 da Anonimo
  • Vergognoso Commento inviato il 07-02-2017 alle 20:20 da Anonimo

Responsabilità dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli è unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

MARCO BELVISO
CASELLA POSTALE
N°30 UDINE CENTRO
perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ