**
  • Home > Gossip > TURELLO E FURLAN COME SPITALERI: GIOSTRA DI INCARICHI
  • stampa articolo

    TURELLO E FURLAN COME SPITALERI: GIOSTRA DI INCARICHI

    635A

    Il politico che vedete ritratto in questo post (vedi foto) è il sindaco di Pozzulo del Friuli, Nicola Turello. Alle spalle del commercialista - primo cittadino, un manifesto emblematico. "Primo Convegno: Diritti Umani, Uguaglianza, Giustizia Sociale". Slogan perfetto, che Nicola Turello dovrebbe spiegare bene ai tanti giovani laureati in attesa di impiego. Egli, oltre a ricoprire la carica di sindaco di Pozzuolo del Friuli è contemporaneamente Revisore dei Conti delle amministrazioni comunali di: Codroipo, Savogna, Buia, Tricesimo, Muzzana, Colloredo di Monte Albano, Promoturismo Fvg, Carnia Acque, Innova Fvg ed altre società pubbliche. Eletto nel Pd, come lui, a collezionare incarichi c'è anche il suo collega Davide Furlan, commercialista e sindaco di Romans di Isonzo. Furlan è Revisore dei Conti di: Ronchi dei Legionari, Campolongo-Topogliano, Capriva, Farra, Mossa, Trivignano ed altre società pubbliche. Eppure anche per loro dovrebbe valere la pesante incompatibilità che ha portato il consigliere provinciale Salvatore Spitaleri a dimettersi, in netto ritardo, da Palazzo Belgrado. Ci riferiamo alle incompatibilità richiamate dalla deliberazione n.11 del 2016 della Corte dei Conti, Sezione Centrale Autonomie Locali. In questo modo il Sindaco Davide Furlan oltre a percepire un compenso annuale di 24.656 euro, beneficia anche dei compensi ottenuti per incarichi con oneri a carico della finanza pubblica e relativi compensi annui: 13.444 euro come presidente del collegio dei revisori dei conti del Comune di Ronchi dei Legionari; 3.450 euro come revisore dei conti del Comune di Campolongo Topogliano; 3.160 euro come revisore del Comune di Capriva; 3.500 euro come revisore del Comune di Farra; 2.780 euro come revisore del Comune di Mossa e 2.443 euro come revisore del Comune di Trivignano.

  • Commenti

    12345
  • per Votano delle 13.39 non c'è qualcosa che da l'incompatibilità a consiglieri regionali e sindaci di città superiori ai 20mila abitanti a essere nominati parlamentari? Commento inviato il 04-11-2016 alle 02:45 da lupopaziente
  • Pensate in tutti gli stati europei si possono prendere le impronte dei profughi, in Italia invece solo se con consenso dell'interessato. Siamo veramente grandi! W il ministro Alfano! W Renzi! Commento inviato il 03-11-2016 alle 15:24 da profugo
  • La Serracchiani finalmente sará contenta. Tempo addietro diceva sui giornali ai montanari, un sorriso e un mandi in più potrebbe aiutare la montagna e il turismo. Bene, ora con la proposta di modifica costituzionale del suo amichetto Renzi, anche lei potrá con sorriso in bocca dire mandi, mandi e ancor mandi alla protezione civile regionale. Commento inviato il 03-11-2016 alle 14:03 da Mandi Mandi
  • Per l'arroganza dimostrata da questo governo su un tema delicatissimo, vendendola come una semplice mossa per tagliare i costi della politica. Questo governo sta distruggendo la Democrazia e l'Italia! Commento inviato il 03-11-2016 alle 13:56 da Iovotono
  • Perchè nel nuovo Senato c'è di fatto un listino. Dei 100 Senatori, 5 vengono indicati dal Capo dello Stato a suo piacimento e rimangono in carica per sette anni. Commento inviato il 03-11-2016 alle 13:39 da Votono
  • Al referendum votare no significa mandare a casa Renzi, mandare a casa Serracchiani, riportare a casa Demonte, rimandare a casa Honsel, rimandare a casa Brollo e soprattutto creare i presupposti di mandare a casa quei sindaci che si sono venduti alla sinistra e non solo in montagna. Commento inviato il 03-11-2016 alle 13:36 da Anonimo
  • Perchè questi personaggi che dicono di essere con il popolo, per paura dello stesso popolo hanno elevato tutti i limiti minimi per la raccolta delle relative firme. Da 50.000 a 150.000 e da 500.000 a 800.000. Commento inviato il 03-11-2016 alle 13:30 da Votono
  • Nella speranza che Renzi (non eletto dal popolo) e Alfano nemico degli italiani, vadano a casa! Commento inviato il 03-11-2016 alle 13:20 da Votono
  • Grazie alla sudditanza della Serracchiani verso Renzi, la nostra regione con 1.200.000 abitanti avrà garantito 2 senatori. Il trentino alto adige con 1.000.000 di abitanti avrá garantito 4 senatori che si sommeranno agli altri della regione Veneto. Veneto batte Friuli 10 a 2 Commento inviato il 03-11-2016 alle 13:18 da Votono
  • La camera rimane composta da ben 630 parlamentari... ma almeno questi vengono eletti dal popolo, il nuovo senato è a vergogna. Sará composto da 95 senatori 21 sindaci + 74 consiglieri regionali. Risultato? Che non faranno bene il proprio mestiere, sará dispersivo e con il rischio che una delle due cariche prevalga sull'altra. Dubito che una persona possa svolgere al meglio le due dustinte funzioni. Basti vedere la Serracchiani, alla fine ha trascurato la regione a favore di Roma. Commento inviato il 03-11-2016 alle 13:13 da Votono
  • L'Italia ha bisogno di leggi migliori e che vengano rispettate e fatte rispettare da nord a sud e di questo non si parla. Commento inviato il 03-11-2016 alle 13:06 da Votono
  • Alcuni anni fa il revisore dei Conti della provincia di Gorizia, presidenza Gherghetta, è stato condannato per aver illegalmente usato centinaia di migliaia di euro pubblici del comune dove ricopriva il ruolo di ragioniere generale. Lo scandalo è stato dal PD tenuto nascosto, io non credo più alla giustizia Commento inviato il 03-11-2016 alle 13:04 da Anonimo
  • La riforma Renzi é centralista. Chiude le provincie (dipendenti diventano di fatto regionali) e porta in capo allo stato energia, infrastrutture e protezione civile. Prepariamoci a veder distruggere la nostra protezione civile! Prepariamoci a subire passaggio di elettrodotti e autostrade. Prepariamoci a vedere strade ex provincia ed edifici scolastici ex provincia in totalmente abbandonati. Commento inviato il 03-11-2016 alle 13:03 da Votono
  • Nema problema.I problemi della Carnia, dall'UTI agli alpini che se ne vanno finanche alla piazza, sono sotto controllo del Brollo. Lo ha confermato a Radiocapodistria. A Tolmezzo, di contro, siamo in attesa delle notizie sulla destinazione della Cantore, sempre che la petulante capitolina la faccia pervenire la velina dal Kazakistan. Commento inviato il 03-11-2016 alle 12:25 da lupopaziente
  • Ma di cosa vi meravigliate?! Tondo eletto a Roma e in Regione con Forza Italia, poi eletto presidente con il PDL, poi gruppo misto, poi movimento Passera e oggi di fatto leader di Autonomia responsabile e domani... E come lui tanti, ma tanti... forse hanno imparato da lui. Commento inviato il 03-11-2016 alle 12:17 da Banderuola

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ