il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
FRA QUALCHE ORA I PRIMI NOMI ECCELLENTI DELL'INCHIESTA COVID-VIP

SGARFATO LO SGLOGAN AGLI ULTRA'

"Andiamo a sgarfare": la maglietta con il nuovo slogan è già in commercio ma le polemiche non mancano fin dal principio. Chi ha avuto l'idea di promuovere le t-shirt e chi ha voluto promuoverle pagando due giovani modelle (vedi foto) per indossarle? In nessuno dei due casi protagonista è l'Udinese Calcio. Andiamo in ordine. Prima un tifoso si reca al negozio di via dlle Erbe "Faccio Magliette Store" e ne ordina uan su misura. Poi il negozio, fiuta l'idea e decide di allestire i manichini della vetrina con queste magliette. Fin qui nulla di strano. Ciò che appare più insolito, invece, è che a fare un vero e proprio spot della maglietta, con la citazione del tecnico bianconero, siano due belle ragazze davanti all'insegna del Messaggero Veneto in viale Palmanova. E' proprio una delle ragazze ad ammettere di essere stata contattata dalla giornalista del Messaggero Veneto Simonetta D'Este per girare uno spot; e sempre il Messaggero Veneto si sarebbe occupato di retribuire il lavoro delle due ragazze. Passano solo poche ore dalla pubblicazione della foto (vedi immagine) ed un paio di tifosi bianconeri montano su tutte le furie insultando sul profilo Facebook i titolari del negozio di "Faccio magliette Store", rei a detta di questi, di aver scippato loro la frase dello striscione esposto domenica scorsa allo Stadio. Alla fine la consegna di sei magliette ai ultrà e pace fatta. Da notare che in tutti questi passaggi fra tifosi, modelle, giornalisti sportivi e ultrà, nessuno si accorge che la citazione sulla maglietta ha un chiaro errore: il nome del tecnico bianconero. L'allenatore si chiama Gigi Delneri e non, come stampato, Gigi Del Neri.