il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

AVVISATE OMAR TWITTER CHE NON E' PIU' AL TIRRENO

C'è chi ama il calcio e tifa Udinese e chi ama la pallacanestro e tifa Gsa; Omar Twitter evidentemente preferisce la seconda e si fa fotografare il più possibile per ribadirlo (vedi foto con patron Pedone).  Tuttavia, come è giusto, ognuno ama lo sport che vuole. Altra cosa, ma non è il nostro caso, sarebbe l'ipotesi in cui la passione non sia per lo sport ma per la proprietà di una squadra. Ciò detto, facciamo difficoltà a comprendere come si possa dedicare intere paginate alle madri e alle zie dei legali udinesi e neppure una riga agli avvocati appassionati alla politica a tal punto da vivere grazie a questa. E' vero, ognuno scrive sul proprio giornale, sul proprio profilo Facebook o sul proprio blog ciò che vuole; è anche vero però che chi invoca giustamente la libertà di stampa ed il diritto a fare informazione, non può imbavagliare chi non ha il pensiero allineato al suo. Sfogliando la stampa locale ho la sensazione di vivere in una Regione diversa da quella in cui mi trovo. Parrebbe che gli unici disonesti siano gli imprenditori portati al fallimento, siano essi attivi nel campo delle costruzioni o del vino; neppure una riga, invece, su una classe politica che da anni, in barba alle disposizioni e alle sentenze della Corte dei Conti spende ed incassa come vuole. Come possiamo aiutare i neo laureati ad inserirsi nel mondo del lavoro se tutte le consulenze pubbliche vengono gestite in house da una parte del Pd? Come possiamo aiutare le associazioni dedite al volontariato se i contributi regionali finiscono sempre alle stesse associazioni politiche? Come possiamo far crescere le aziende del territorio se i Fondi Europei vengono assegnati fra una telefonata e l'altra agli amici degli amici? Come possiamo tranquillizzare i giovani sul proprio futuro se le agenzie interinali assumono ed assegnano su comando nel pubblico impiego. Tutto il resto è fuffa!