il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
ESCLUSIVO: SCOPPIA SANITOPOLI FVG: TUTTI I NOMI

LE STRANE DIMISSIONI DEL MULTI INCARICATO SPITALERI

Da molto tempo, e anche recentemente abbiamo fatto notare quanti incarichi legati alla pubblica amministrazione il politico Salvatore Spitaleri abbia ricoperto. Lui stesso si definisce (vedi curriculum allegato Pdf) quale consulente legale per alcune amministrazioni locali della Provincia di Udine nonchè ex società partecipate degli enti locali. E' professore a crontratto dell'Università di Udine e di Trieste per l'insegnamento di diritto privato e pubblico nel corso di Laurea Specialistica interateneo di Scienze della Riabilitazione; consulente dei sindacati autonomi dei dirigenti medici pubblici e dei professionisti dell'area riabilitativa. Da anni capogruppo del Pd in Provincia di Udine  e presidente regionale del Partito Pd, oltre ad essere stato presidente dell'Interporto di Cervignano. Legale di fuducia del presidente del consiglio regionale Franco Iacop (così scrive in un atto). Questa mattina l'avvocato Salvatore Spitaleri ha consegnato al protocollo una lettera di dimissioni da consigliere provinciale. Poi successivamente ha preparato su carta intestata Pd (tanto per far vedere la sua autonomia dalla politica) una lettera intestata al Presidente della Provincia Fontanini e che successivamente ha veicolato ad altri destinatari via mail (vedi foto allegata e clicca sopra per ingrandirla ulteriormente). Spitaleri scrive testualmente: "Le dimissioni da consigliere provinciale sono una mera presa d'atto di un recente mutato indirizzo della giurisprudenza rispetto al contemporaneo esercizio delle funzioni di Consigliere e dell'attività di libero professionista, che opera anche con le pubbliche amministrazioni. Ritengo che tale indirizzo rappresenti un pessimo esito del necessario dovere di trasparenza ed efficienza per l'amministrazione: prezzo pagato alla via più faticosa, anche per il Legislatore, di farsi carico di distinguere tra ciò che è giusto, ragionevole, corretto e ciò che è privilegio, abuso, insensatezza, senza assecondare derive segnate più dal rancore che dalla progettualità...Ho sempre considerato prioritari, tanto da esplicitarlo fin dalla candidatura, la mia professione e la tutela di chi mi affida, siano privati siano enti, la difesa dei propri diritti: prendo atto della mutata situazione, con le mie conseguenti dimissioni, marcate dall'ulteriore delusione di non poter, a causa di ciò, contribuire alle scelte dell'istituzione anche per quel che conosco.." Ma cosa vuole dire realmente Spitaleri? quali norme sarebbero cambiate che nessun deputato della REgione ha saputo spiegarci? A quali incompatibilità andrebbe incontro adesso rispetto a quante non ne avrebbe già potuto avere? Trattandosi anche del presidente regionale del Pd ci aspettiamo da parte del segretraio regionale Antonella Grim o della governatrice una risposta chiara a questo quesito, se non vorranno andare incontro ad ulteriori perdite di consenso elettorale.