il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
PARENTOPOLI IN MARILENGHE AL TEATRI STABIL FURLAN

BPER PRONTA A SALVARE LA COMPAGNO; PERONI SI OPPONE

Vi abbiamo anticipato un'interessante inchiesta sul futuro delle tre sorelle che governano la Regione Fvg: Friulia, Mediocredito Fvg e Autovie Venete. Ebbene, non potevamo non partire dalla sorella più malata: Mediocredito. Quello che oggi vi anticipiamo è solo una breve introduzione a quanto vedrete filmato e documentato dalle nostre telecamere nello speciale "Inchiesta Perbenista" a fine novembre. Tutto parte da una domanda elementare: qualora il preannunciato accordo fra Mediocredito Fvg e Iccrea non dovesse andare a buon fine (cosa probabile) come si comporterà Banca di Italia? Gira voce che, in questa ipotesi, potrebbe giungere un soccorso rosso dalla BPER (Banca Popolare di Emilia), disponibile ad entrare con una cifra ingente e a far fuori buona parte dei soci. Eventualità questa che, senza dubbio, toglierebbe le castagne dal fuoco al presidente Cristiana Compagno (vedi foto), ma che, mai al mondo, vedrebbe il consenso dell'assessore alle finanze Francesco Peroni, troppo vicino al Presidente della Fondazione Crt Massimo Paniccia. Strana coincidenza, a far aprire le porte della Banca Popolare di Emilia, parrebbe essere stato Vincenzo Spinelli, già anima commerciale del Mediocredito e dirigente Frie, ora in forza con Michela Del Piero ed interessato a rilanciare la rete commerciale della Popolare di Cividale controllando anche gli strumenti finanziari della Regione che passano attraverso Mediocredito.