**
  • Home > Gossip > ERMES DI COLLOREDO, ENRICO FRUCCO E VANNES ASSALONI
  • stampa articolo

    ERMES DI COLLOREDO, ENRICO FRUCCO E VANNES ASSALONI

    608A

    Durante la seduta del Consiglio Comunale di Treppo Grande del 26 novembre 2015, il cavalier Giordano Menis (vedi foto tratta dal suo profilo Facebook) legge e mette agli atti il seguente intervento scritto di suo pugno: "...In data 19 settembre 2013, alle ore 7.00, suonano alla porta della mia abitazione tre agenti della Guardia di Finanza con un ordine di perquisizione e sequestro di tutto il materiale inerente l'Associazione Ermes di Colloredo. Con serenità e tranquillità consegno il tutto accompagnando alla fine della perquisizione i finanzieri anche presso un altro locale dove era depositato altro materiale. Mi viene sequestrato il tutto, compresi i computer in uso ed alcune chiavette. Inizia una capillare indagine investigativa che porta ad interrogare diverse persone che avevano in vari modi avuto a che fare con l'Associazione. Al termine delle indagini, il 1 ottobre 2014, viene inviato al P.M. un corposo fascicolo investigativo, (questo l'ho saputo all'atti di acquisizione di detto fascicolo il 15 giugno 2015). All'atto della perquisizione ho dovuto incaricare un avvocato di fiducia, l'avvocato Maurizio Conti del Foro di Udine. In data 30 marzo 2015 il P.M. mi ha notificato la contestazione di quattro episodi: 1) il primo risalente al 8 novembre 2009 riguarda il pagamento di euro 1.800 al pittore Otto D'Angelo per l'acquisto di due quadri, esposti presso locali di proprietà pubblica presso il Comune di Cassacco; 2) il secondo, nel gennaio 2012, per il pagamento di una fattura di euro 2.500 alla società Li & Cla servizi turistici di Forgaria nel Friuli per la fruizione locali e somministrazione pasti, nel corso di due fine settimana presso la struttura di Monte Prat, a dirigenti ed atleti della società dilettantistica Ciclistica DP66; 3) La terza contestazione riguarda il pagamento nell'agosto del 2012 di euro 2.420 alla stessa DP66 per la manifestazione Cronoscalata ciclistica Forgaria - Monte Prat; 4) La quarta contestazione, del maggio 2012, per il pagamento di euro 5.800 per l'acquisto di attrezzatura impianto e luci per eventi culturali, depositata presso la Parrocchia di Forgaria". Dal 2 maggio 2008 al 22 aprile 2013 (quindi anche nel 2012, anno in cui vengono contestati i fatti) Enrico Frucco, componente del direttivo dell'Associazione Ermes di Colloredo, era vice sindaco di Forgaria nel Friuli. Dal 8 giugno 2009, Vannes Assaloni, presidente del collegio dei revisori dei conti dell'Associazione Ermes di Colloredo, è sindaco di Cassacco, oggi vice sindaco (quindi anche nel 2009 all'epoca dei fatti contestati per i quadri acquistati). Mercoledì 19 ottobre ore 21 Speciale Ermes di Colloredo.

  • Commenti

  • Parlano di rapporti transfrontalieri solo per mangiar soldi. Dove sono i risultati concreti transfrontalieri ottenuto dall'attività dell'associaxione? Esistono ancora i controlli sulle spese sostenute con contributi pubblici? Commento inviato il 15-10-2016 alle 13:20 da Anonimo
  • Ma allora questo commento di Anonimo postato qualche giorno fa è furi luog: "È la polizia tributaria cosa ha fatto? archiviato la denuncia". Metodo Boffo? Commento inviato il 15-10-2016 alle 05:43 da Cavillo
  • Dalla delibera vedo che manca parte dell'intervento e cioè: "Intervento del consigliere comunale Giordano Menis durante la seduta del Consiglio comunale del 26 novembre 2015 Premessa L'Associazione Culturale Ermes di Colloredo viene costituita il 10 novembre 2006, con atto registrato presso il notaio Riccioni di Tricesimo. Art. 3 dello Statuto “L’Associazione, senza finalità di lucro, si propone di promuovere e diffondere lo studio e l’analisi di tematiche istituzionali, socio-culturali, storiche e politiche relative al territorio del Friuli-Venezia Giulia ed ai rapporti transfrontalieri con la Slovenia, l’Austria ed i Paesi del Centreuropa. Per il conseguimento degli scopi sociali, l’Associazione può organizzare manifestazioni e convegni, mostre, ricerche, classificazioni e riordini di archivi, attività di formazione ed ogni attività che costituisca concreta occasione di conoscenza della vita sociale, politica ed istituzionale del Friuli-Venezia Giulia e dei Paesi aderenti all’Unione Europea. L’associazione può acquistare beni mobili ed immobili e concludere tutte le operazioni economiche e finanziarie allo scopo necessarie.” Quindi l'attività dell'Associazione ricomprende una tipologia molto vasta di attività rientranti nei settori sociale, culturale, istituzionale, storico – politico, comunque collegati al territorio regionale nella sua più ampia accezione, attraverso una pluralità di iniziative che hanno coinvolto diverse Amministrazioni locali, altre Associazioni culturali, sportive e ricreative, Parrocchie e categorie economiche e professionali. Una parte consistente delle iniziative è stata promossa nei Comuni di Cassacco, Colloredo di M. A., Forgaria nel Friuli, Treppo Grande e Tricesimo, anche se la platea delle diverse realtà territoriali coinvolte è molto ampia ed ha riguardato Comuni dell’Alto Friuli, del Tarcentino, Udine e il Medio Friuli. Dal 2007 l'Associazione ha organizzato oltre 200 iniziative tra cui: Mostre di arti figurative, incontri culturali, rappresentazioni teatrali e concerti, manifestazioni di promozione del territorio, realizzazione di dvd, senza trascurare una importante e qualificata attività editoriale che ha portato alla pubblicazione di una quindicina di volumi.ecc. ecc. Tra le varie iniziative figurano anche eventi di rilevante valenza culturale, basti citare la mostra di Bruno Morello presso la Triennale di Milano, la mostra di Giuseppe Zigaina presso Villa Moretti a Tarcento e la recente mostra antologica di Gianni Borta presso la chiesa di S. Francesco in Udine. A Treppo Grande l'Associazione ha promosso più di 70 eventi e manifestazioni di vario genere, realizzando pure alcuni importanti interventi, come il recupero del lavatoio di via Nazareth, in collaborazione con un privato, con l'inserimento delle sculture di Franco Maschio. Fatti ........ (parte dell'intervento riportato dal Perbenista) Nonostante la dettaglata memoria difensiva presentata per chiarire detti contenuti il P.M. trasmetteva per i reati sopra riportati una richiesta, del 6 luglio 2015, al GUP per rinviare il sottoscritto a giudizio o dare luogo a non procedere. E' ilcaso di sottolineare che su un ammontare di contributi per gli anni 2007, 2008, 2009, 2010, 2011 ammontanti complessivamente a 320.000 €. le quattro contestazioni, su oltre 200 inizitive realizzate, sono costate complessivamente 12.520 €. Oltretutto quattro manifestazioni che non hanno alcun risvolto di arricchimento personale o utilizzo di fondi per fini personali da parte di alcuno, come dimostrato dalla documentazione rendicontata, trasmessa ed approvata dalla Regione Friuli V.G. Il GUP nella udienza del 20 novembre u.s. ha rinviato a giudizio il sottoscritto. Da una lettura del fascicolo penale, richiesto ed ottenuto in data 15 giugno 2015, appare all'inizio del fascicolo, alla prima pagina, una nota del 11 gennaio 2013 della Finanza ed indirizzata alla Procura della Repubblica dal seguente contenuto: “ In data 12 dicembre 2012 si è presentata presso gli uffici del Nucleo Pt in intestazione la sig.ra RINA DI GIUSTO la quale ha inteso rappresentare, per le opportune valutazioni da parte di questo Nucleo Pt, taluni fatti conosciuti nell'ambito delle mansioni esercitate in qualità di sindaco del comune di Treppo Grande, del quale riveste la carica di primo cittadino dal mese di giugno 2009. ….................(omissis)........ In sostanza la sig.ra Di Giusto ha riferito di aver rinvenuto, giacenti nel personal computer in dotazione esclusiva del primo cittadino di Treppo Grande, già in uso al suo predecessore Giordano Menis, dei file afferenti attività estranee alla sfera amministrativa dell'Ente territoriale, i quali, previa copia fisica dal supporto di memoria interna del p.c., sono stati recati al seguito su una unità esterna di memoria – chiavetta USB – esibita ai militari di codesto Nucleo Pt e formalmente acquisita agli atti. La sig.ra Di Giusto ha evidenziato che tali file appartengono alla gestione amministrativa dell'Associazione Culturale “Ermes di Colloredo”, della quale il citato Giordano Menis risulta essere il legale rappresentante a far corso dal 17 novembre 2006. In particolare la parte ha fatto presente che: L'Associazione Culturale Ermes di Colloredo risulterebbe aver percepito, sin dalla sua costituzione, contributi pubblici ammontanti a circa €. 90.000 annui; - tra i file esibiti sono presenti, tra gli altri, rendiconti di spese di gestione dell'Associazione, dal cui esame risulterebbero essere presenti dati inerenti la consuntivazione di spese che si prestano ad interpretazioni di non aderenza al fine mutualistico dell'associazione, in particolare dei rimborsi spese a favore dei familiari del Menis;” Da qui è iniziato tutto ciò che sopra ho descritto! LASCIO AD OGNUNO LE PROPRIE CONSIDERAZIONI. La mia è una sola: in oltre 35 anni di attività politica ho sempre esercitato i miei ruoli istituzionali, e non, attraverso il dibattito ed il confronto, a tratti anche aspro ed animato, senza mai debordare da detto atteggiamento ricorrendo alla magistratura per combattere gli avversari politici. Sono comunque sereno e fiducioso che alla fine la buona fede, la correttezza e l'onestà nel guidare l'Associazione avranno il loro riconoscimento anche nelle sedi giudiziarie. Commento inviato il 14-10-2016 alle 16:06 da Curiosissimo
  • Ma dove sta il problema? Se è veramente una dichiarazione di suo pugno e spontanea mi pare che vada a suo merito. Un atto di correttezza e trasparenza. Almeno a me pare dalla lettura del post. Commento inviato il 14-10-2016 alle 07:44 da Curioso

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ