**
  • Home > Gossip > SPITALERI: IL CURRICULUM DI CHI SOSTIENE IL "SI"
  • stampa articolo

    SPITALERI: IL CURRICULUM DI CHI SOSTIENE IL "SI"

    35Q SCARICA PDF

    Ecco uno degli uomini di spicco del Pd regionale, Salvatore Spitaleri, che sostiene al referendum il SI: altro che contro la burocrazia statale! L'avvocato Salvatore Spitaleri (vedi foto), presidente regionale del Pd e capogruppo in Provincia, percepisce il gettone come tutti i consiglieri provinciali e sebbene chieda a gran voce le dimissioni dei vari assessori dalla giunta Fontanini si guarda bene dal dimettersi. Leggendo il suo curriculum (vedi Pdf allegato) depositato in Provincia, leggiamo: "Svolge l'attività di consulente legale per alcune amministrazioni locali  della provincia di Udine nonchè per società partecipate dagli enti locali. Dal 1995 al 2000 ha ricoperto l'incarico di Segretario dell'Unione Enti Locali del Friuli Venezia Giulia, che, per conto di circa 150 amministrazioni locali della regione, cura programmi e corsi di formazione e aggiornamento del personale. Ha partecipato quale consulente legale della Regione Fvg, nell'ambito dei progetti Interreg tra Regione Fvg, Carinzia e Veneto. Dall'aprile 2004 al 30 ottobre 2009 è stato presidente del consiglio di amministrazione e Amministratore Delegato dell'Interporto di Cervignano del Friuli Spa, società regionale del Gruppo Friulia e concessionaria della Regione Fvg. Dall'anno 2007/2008 è professore a contratto dell'Università degli Studi di Trieste e di Udine, per l'insegnamento di diritto privato e pubblico nel Corso di Laurea Specialistica interateneo di Scienze della Riabilitazione. E' consulente del Sindacato Snals - Confsal (pubblico impiego) e dei sindacati autonomi dei dirigenti medici pubblici e dei professionisti dell'area riabilitativa.

    Ndr Specialista a 360° della Riabilitazione...

  • Commenti

    12
  • Commento inviato il 11-10-2016 alle 02:51 da kattivik Commento inviato il 11-10-2016 alle 07:28 da Kattivik Commento inviato il 12-10-2016 alle 09:38 da kattivik Ma ci sei o ci fai? Coraggio passa dal dottore che è meglio! Commento inviato il 13-10-2016 alle 03:42 da LASSATIV
  • Infatti l'ITALIA è il paese delle deroghe...(per questo ci sono ben 150.000 leggi, la Germania ne ha solo 4.000, la Francia 5.000)... e adesso vorrebbero abolire il bicameralismo paritario, così poi ne avremmo almeno 300.000 !!! Commento inviato il 13-10-2016 alle 03:29 da Anonimo udinese
  • La legge 1188/1927 dice 10 anni ma ammette deroga in casi eccezionali per persone benemerite della nazione. Vedi tu... Commento inviato il 12-10-2016 alle 14:05 da Furlan di une volte
  • Ricordo che la Levi Montalcini è morta nel 2012... Commento inviato il 12-10-2016 alle 12:39 da Anonimo udinese
  • Se non si può intitolare nulla se non dopo 10 anni, come mai a Udin c'è una via Levi Montalcini? Commento inviato il 12-10-2016 alle 12:37 da Anonimo udinese
  • Quante sciocchezze Gianni1956, l'idea che o sei fascista con l'orbace oppure spacchi vetrine è indice di una visione preistorica della politica. Si può essere patrioti senza per questo venerare la crapa pelata di Mussolini così come si può essere di sinistra senza per questo voler le cataste di teschi di Pol Pot. La realtà è più complessa di quanto credi Commento inviato il 12-10-2016 alle 09:38 da kattivik
  • Non capisco cosa non va nel CV di Spitaleri. Dove sarebbe la notizia? Commento inviato il 12-10-2016 alle 06:33 da Anonimo
  • Commento inviato il 11-10-2016 alle 07:28 da Kattivik. Direi quantomeno mal informato. Dato che la perizia indiana sulle armi dei due ingiustamente segregati ha dimostrato che non sono state quelle a sparare (il calibro dei fori e dei proiettili rinvenuti sui corpi dei due pescatori indiani è un 7,62 e non un 5,56 Nato). Per cui prima di aprire la bocca per sparare boiate oppure utilizzare la tastiera per scriverle sarebbe meglio informarsi per evitare le idiozie di sinistra memoria. In quanto alle divise sarebbe meglio pensare a quei bravi ragazzi di sx che vanno in giro a spaccare vetrine e cercare lo scontro con mezzo mondo indossando simpatiche "divisine" di colore nero! Commento inviato il 12-10-2016 alle 06:28 da Gianni1956
  • Non si può intitolare niente a nessuno prima che siano passati dieci anni dalla morte. Stop. Già Honsell voleva intitolare a Regeni il nuovo terminal corriere ma gli è stato impedito, quindi uscire di nuovo co l'intitolazione a Regeni vuol dire speculare sulla morte del ragazzo. Commento inviato il 11-10-2016 alle 19:31 da Furlan di une volte
  • a ILARIA ALPI E MIRAN HROVATIN un monumento Commento inviato il 11-10-2016 alle 10:56 da Anonimo
  • I marò (in minuscolo) non hanno preso pallottole. Semmai le hanno sparate. Ma il piagnisteo in uniforme in Italia paga sempre... Commento inviato il 11-10-2016 alle 07:28 da Kattivik
  • Spitaleri Salvatore, tipico nome furlan! ahahahhaha! Oltre che del PD immagino figlio di qualcuno che s'e' trovato bene in FVG! Spittalleriii suugnooo... ahahahha!!!! E voi furlans nn siete un ca%%o! ahahhaha!!! Commento inviato il 11-10-2016 alle 07:26 da al di codroipo
  • chiediamo una via intitolata alle vittime di Marcinelle e vogliamo la verità Commento inviato il 11-10-2016 alle 05:06 da anonimo
  • Commento inviato il 11-10-2016 alle 02:51 da kattivik Ipocrisia allo stato puro. Insomma un po' come per i Marò (e lo scrivo in maiuscolo perché si tratta di due autentici Signori) trattenuti illegalmente in india per anni senza formulazione di accusa o processo. Perché, forse, qualcuno si è dimenticato che tanti in Italia ed all'estero hanno scritto che erano colpevoli a prescindere (senza eventuale accusa o processo)e qualcuno anche in Friuli ha scritto che erano assassini e andavano impiccati! Ci sono morti e morti, rapiti ed ingiustamente detenuti...etc...etc. L'importante è che quelli a sx siano di serie A (Regeni rispetto a Quattrocchi, l'ipocrita Sgrena o le varie scimiottine rapite in Iraq e Siria rispetto ai Marò...) e quelli in divisa o di dx siano dimenticati e quindi di serie B o C! Le persone che soffrono e le loro famiglie devono sempre essere ricordati positivamente. E comunque Quattrocchi non era un mercenario (quelli vanno a fare le guerre!) ma un operatore di sicurezza privato (faceva la scorta ai convogli di materiali ed aiuti per le popolazione del Nord Iraq) che non aveva mai sparato un colpo a persone inermi! Commento inviato il 11-10-2016 alle 04:37 da Gianni1956
  • Altro "friulano quasi doc" che ha fatto in carriera in Friuli: e c'è ancora qualcuno che afferma che i friulani sarebbero "chiusi" a ciò che viene da fuori... Commento inviato il 11-10-2016 alle 03:46 da Anonimo friulano

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ