**
  • Home > Gossip > INCHIESTA TV: "I BOIA DEI MALATI DI MENTE"
  • stampa articolo

    INCHIESTA TV: "I BOIA DEI MALATI DI MENTE"

    581A

    STIAMO LAVORANDO AD UNA DELLE INCHIESTE PIU' IMPORTANTI E DELICATE CHE ABBIAMO MAI AFFRONTATO. LA SENSAZIONE E' CHE DIETRO LA SOFFERENZA DI TANTI MALATI DI MENTE E DEI LORO FAMILIARI CI SIA ANCORA UNA VOLTA UN CINICO BUSINESS: PSICOLOGI, PSICOTERAPEUTI, SERT, CSM, POLITICI, FARMACI, COOPERATIVE, MALTRATTAMENTI, ABBANDONI, MAGHI E TANTO ALTRO...MERCOLEDI' 28 SETTEMBRE ORE 21, SU UDINESE TV. SE HAI DELLE INFORMAZIONI DA FORNIRCI CONTATTACI ED ARRIVEREMO CON LE NOSTRE TELECAMERE. CELLULARE: 347-5718349 OPPURE SCIVI A: MARCOBELVISO@LIBERO.IT

    Lo sapevate che molti "malati di mente" vengono meccanicamente e indistintamente sedati con iniezioni di Haldol. Dopo più di venti anni che l'Haldol veniva usato a piene mani dagli psichiatri di tutto il mondo, solo nel settembre 2007 l'organo ufficiale di controllo farmaci Usa (l'FDA) ha emesso un WARNING (cioè "attenzione, pericolo!") ufficiale ai medici e l'obbligo alla casa farmaceutica di segnalare il pericolo nel foglietto allegato alla confezione. Il pericolo è di attacco cardiaco mortale anche a non malati cardiaci, a chi assume Haldol nelle varie confezioni,

    • in particolare è assolutamente sconsigliata l'iniezione endovena.
    • Nonché sone sconsigliate dosi più alte del prescritto.
    • sconsigliato specialmente a chi ha predisposizione a malattie di cuore, ha ipotiroidismo, ha già allungamento dell'intervallo di QT (una misura del battito cardiaco rilevato dall'encefalogramma), prende un altro farmaco che allunga l'intervallo di QT.

    La segnalazione FDA Usa, che funziona di fatto come segnalazione ufficiale per tutto il mondo, è stata provocata da una richiesta in seguito a riscontri effettuati dal controllo farmaci italiano AIFA, una volta tanto funzionante - che però non aveva reso pubblico tale pericolo in Italia!

    L'Haldol è fra i farmaci antipsicotici più usati in tutto il mondo, somministrato a pressochè tutti i 'malati mentali', in particolare agli schizofrenici ai maniacali ai borderline ai maniaco-depressi. Ora progressivamente l'Haldol è sostituito dai più recenti e costosi 'atipici' che hanno minori effetti collaterali (ma non minori danni e rischi anche mortali), ma continua ad essere utilizzato ampiamente da molti psichiatri. In particolare era ed è tuttora molto usata la confezione 'Haldol decanoato' ad iniezione intramuscolare da fare ogni due o tre settimane, somministrata in maniera costrittiva dai "Centri di Salute Mentale" a chi gli psichiatri sospettano non prendano regolarmente le versione a gocce o pasticche giornaliere. Proprio questo Haldol decanoato se somministrato per via endovena (forma di somministrazione non approvata dal FDA Usa) è risultato il più pericoloso per gli attacchi mortali cardiaci.

     


  • Commenti

  • Grazie Belviso per le inchieste che pubblichi, i quotidiani locali stanno attenti a nascondere ogni notizia che riguarda scandali / sperperi / corruzioni che coinvolgono i nostri politici Commento inviato il 19-09-2016 alle 10:57 da Anonimo
  • @ Perballista: miiiizzeeegaaaa... te hanno addumato la cuda de pagghia eh! ahahahha!!! Commento inviato il 19-09-2016 alle 07:29 da al di codroipo
  • Ah cazzaro quando esce la grandissima inchiesta sulle località balneari della regione che tanto avevi annunciato? La macchina "griffata" te la sei fatta fara perché sei povero e non puoi permettertene una tua? Dai su su invece del gossip spiccio come su Fanotto e sulla Savino perché non ci racconti la storia dei quadri che tanto avevi decantato? Dai perballista con i tuoi ricattucoli e le tue cazzate, ti spacci per giornalista ma sei solo un servo ricattatore!! Commento inviato il 19-09-2016 alle 02:59 da Perballista
  • avete mai visto i poveri malati quando anzichè stare fermi davanti a voi a parlarvi ballano da un piede all'altro e hanno gli occhi lucidi ? Ecco in tal caso probabilmente sono punturati. Commento inviato il 19-09-2016 alle 00:38 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ