**
  • Home > Gossip > L'IMBARAZZANTE DOMICILIO DELLA ERMES DI COLLOREDO
  • stampa articolo

    L'IMBARAZZANTE DOMICILIO DELLA ERMES DI COLLOREDO

    537A

    In sette anni l'Associazione (di area socialista) Ermes di Colloredo presieduta dall'ex sindaco di Treppo Grande Giordano Menis e con sede a casa dell'attuale sindaco di Colloredo di Monte Albano, Luca Ovan, ha percepito dalla Regione Fvg oltre 500mila euro di contributi. Mi domando con che coerenza il presidente regionale del Pd, Salvatore Spitaleri chieda di chiudere la Provincia di Udine, per limitare i costi della spesa pubblica e poi il suo stesso partito contribuisce a mantenere lautamente associazioni politiche legate ai propri dirigenti come in questo caso. Il sindaco Luca Ovan ci scrive affermando che tutti i contributi regionali hanno l'obbligo di rendicontazione. Perfetto, non chiediamo altro da ormai diverso tempo. Ci vengano mostrate dall'Associazione Ermes di Colloredo tutte le rendicontazioni effettuate per gli oltre 500mila euro di contributi pubblici ricevuti dalla Regione Fvg e ci spieghi se esistono, o meno, dei requisiti minimi per poterne fare domanda. Ci chiediamo quindi se sia normale che l'amministrazione comunale di Colloredo di Monte Albano affidi la gestione di iniziative culturali all'associazione Ermes di Colloredo, quando per comunicare tali affidamenti il sindaco Ovan si trova costretto a scrivere all'Associazione che ha sede legale esattamente a casa sua. Nel 2009, ad esempio, l'Associazione Culturale Ermes di Colloredo, con il patrocinio del Comune di Colloredo di Monte Albano presentò un libro su Gladio: a parlare furono Giordano Menis, presidente del sodalizio e Luca Ovan, all'epoca vice sindaco di Colloredo (e socio fondatore con sede presso casa propria della Ermes di Colloredo). Decine le situazioni analoghe...

  • Commenti

    12
  • Bravo Belviso a scovare lo sperpero di denaro pubblico. Tu non sei stipendiato come i consiglieri regionali che ora fanno gli offesi e percepiscono sette mila euro al mese, più rimborsi, dalla Regione Commento inviato il 11-08-2016 alle 14:29 da Anonimo
  • Che delusione questi amministratori regionali Commento inviato il 11-08-2016 alle 14:20 da Anonimo
  • Quello in foto perchè non si è attivato per la gestione corretta dei fondi comunitari, che avrebbero potuto sostenere l'economia in Regione, invece di approvare emendamenti e contributi pubblici per l'associazione amica? Commento inviato il 11-08-2016 alle 14:17 da Anonimo
  • che delusione... Commento inviato il 11-08-2016 alle 11:32 da Anonimo
  • ....la miglior difesa è l'attacco. Perchè non si risponde nel merito? Forse perchè non si sa cosa dire. Il benaltrismo funziona sempre. Commento inviato il 11-08-2016 alle 04:50 da Anonimo
  • Belviso, con dutis lis ties cativeris " a gratis", va a cjase, va a vore ! ! Commento inviato il 11-08-2016 alle 03:17 da Ciarniel cence diu
  • PERBENISTA, Belviso gli avvoltoi sono migliori di te. Come puoi pensare che le cifre da te citate possano essere erogate dalla Regione, non dall'ultimo Assessore e/o funzionario compiacente. Questo, egregio pseudo.giornalista, tu lo sai bene, ma ti piace fare sensazionalismo perchè i lettori leggono la notizia e non le successive smentite o precisazioni. Forse un pò di lavoro in miniera, ti farebbe anche bene ! ! Se vuoi far crescere i lettori, non è così che si fa informazione. Commento inviato il 11-08-2016 alle 03:14 da Il Verginello
  • Mi pare stiate sollevando un problema di lana caprina.......se hanno ricevuto questi contributi li hanno anche dovuti rendicontare fino all'ultima lira ed evidentemente se l'utilizzo è stato approvato, e non può essere che così visto il tempo trascorso, non c'è nulla da eccepire. Mi è difficile capire questo accanimento se non dettato da invidie e odii personali.............. Commento inviato il 11-08-2016 alle 01:57 da controllore
  • ahi ahi... brutta storia... Commento inviato il 11-08-2016 alle 01:28 da Anonimo
  • Ci sono anche altre associazioni che ricevono contributi e si salvano formalmente, tutto ineccepibile: a prescindere da dove siano le sedi legali, i "controllori" (sempre molto impegnati in altre priorità) dovrebbero verificare le relazioni e gli incarichi pregressi, anche dal punto di vista dell'OPPORTUNITà, ma ovv. le leggi non prevedono sanzioni, tantomeno quando i contributi sono già stati spesi da anni...Strano?! Intanto il tempo passa,la gente dimentica,si creano altre emergenze o diversivi... Commento inviato il 11-08-2016 alle 00:52 da cittadino
  • Ora? Commento inviato il 10-08-2016 alle 16:13 da Anonimo
  • le scuse politiche di "Commento inviato il 10-08-2016 alle 07:28 da Luca Ovan" sono... sono... ma stare zitti, niente? Neanche in questo caso? Ma insomma! Commento inviato il 10-08-2016 alle 11:18 da Sgammer
  • le regioni , dopo che sono nate, hanno portato il debito italiano alle stelle. Sono da abolire specialmente quelle a statuto speciale sono dei ricettacoli del malaffare. Provate a pensare sono 20, quanti consiglieri ,assessori presidenti e vice ,dirigenti e quantaltro, il popolo paga. Via art.114 Commento inviato il 10-08-2016 alle 09:56 da Anonimo
  • amico ! coltivare coltivare. Diceva Orwel: ti faranno credere che l'ignoranza è cultura. Commento inviato il 10-08-2016 alle 09:43 da Anonimo
  • ...o cultura? Commento inviato il 10-08-2016 alle 09:12 da anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ