**
  • Home > Gossip > SANITA' KILLER AL 118: AMIANTO E ZERO PROTEZIONI
  • stampa articolo

    SANITA' KILLER AL 118: AMIANTO E ZERO PROTEZIONI

    534A

    Incredibile Nord Est, incredibile Friuli Venezia Giulia. Nella sede della centrale del 118 di Udine, in via Faedis 62, a pochi metri dall'Ospedale Civile, domenica pomeriggio è caduto un albero sul tetto aprendo una voragine di 6 metri per 1 metro sulla copertura in ETERNIT. Sono anni, esattamente dal 2008 che il sindacato infermieri ha denunciato la presenza di Eternit...Da domenica nessuno si è lamentato e tutti hanno taciuto l'accaduto. Nel frattempo il personale sanitario, che ben conosce la pericolosità mortale di questo killer ha continuato e continua a lavorare in loco respirando polveri di amianto. Domenica pioveva dentro la centrale. Tutto questo perchè non è previsto un piano B o una soluzione di backup nel caso in cui la centrale dovesse avere dei problemi. Questa mattina, dopo oltre 72 ore è arrivata una ditta (vedi foto degli operai con tuta e mascherina per amianto) che sta bonificando l'area ma senza averla evacuata. Quindi vi sono gli operai con mascherine e protezioni varie, mentre a pochi metri il personale infermieristico, amministrativo e infortunati senza alcuna protezione. L'area è delimitata solo da una fettuccia bianca e rossa, senza alcun cartello che segnala il rischio come obbliga la legge 277 del 1991 per la protezione dei lavoratori. Chi è il responsabile di questa follia che mette a rischio la credibilità della sanità regionale e delle istituzioni, oltre che la salute di molte persone?

  • Commenti

  • Smettetela di scrivere stupidaggini. I tetti di amianto, se non vengono polverizzati, non creano alcun pericolo. I pericoli sono altri. Ad esempio la disinformazione strumentale. Commento inviato il 06-08-2016 alle 03:45 da Per carità di dio
  • E da tanto tempo che si scrive su questo blog riguardo al tetto in eternit di un cappannone che il comune di Verzegnis, a guida Pd sia in maggioranza che in opposizione, ha spropriato, comprato, ma nessuno mai si è interessato a verificare. Caro marco, sali a Verzegnis, raccogli info, foto e pubblica. Grazie Commento inviato il 04-08-2016 alle 13:29 da canta e balla
  • l'amianto se non si tocca non fa niente. Con la scusa che fa male la mafia ha nuotato nell'oro per smaltirlo ,e dove? sotto terra in qualche buco. Basta semplicemente spruzzare sopra qualche solvente. I sindacati? cosa volete che ne capiscano di amianto. E' stata tutta una truffa. Certo! chi lo ha lavorato per anni questi poveretti sono morti , e i sindacati dove stavano? Commento inviato il 04-08-2016 alle 11:08 da Anonimo
  • il sindacato infermieri denuncia da anni la presenza di eternit! E allora? Mezzo Friuli ha tetti in eternit! E la maggioranza non ha sindacati a difenderli. Siccome e' un problema pubblico e coloro che hanno tetti in eternit NON HANNO ALCUNA COLPA ! Sarebbe bene che la Regione si prenda carico dei costi per la sostitizione o quantomeno per la messa in sicurezza con vernici speciali! Non ci vuole molto, basta risparmiare nelle ca%%ate! Commento inviato il 04-08-2016 alle 08:52 da al di codroipo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ