il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

LA FIERA DI UDINE PRIMA BALLA POI TRABALLA

Ironia della sorte o sfortuna del Presidente dell'Ente Fiera di Udine e Gorizia, Luisa De Marco (vedi foto) vuole che proprio domani mattina il consiglio provinciale affronterà come argomento"le linee di indirizzo generale delle società partecipate" (apri allegato Pdf). A dare una rapida letta a quanto scritto dagli uffici dell'assessore Carlo Teghil e firmato dal dirigente Valter Colussa non c'è alcuna volontà di stravolgere le mission e gli oggetti delle varie partecipate per ottenere qualche misero migliaio di euro. Eppure Luisa De Marco rivendica con fermezza il desiderio del cda dell'Ente Fiera di avere come obiettivo quello di aumentare gli incassi, anche organizzando manifestazioni o eventi che con le fiere non hanno nulla a che fare. Ecco spiegata la scelta, assunta in qualità di presidente e amministratore delegato della Fiera Spa di affittare parte della struttura per tutti i martedì della stagione estiva ad una società privata trasformando il padiglione e il giardino in una mega discoteca. Sebbene già tutto pronto per l'inaugurazione del "Martedìnfiera- Summer garden" che si terrà il 7 giugno, solamente domani o dopodomani si dovrebbe riunire il cda della Fiera per ratificare il tutto. Top secret, invece, l'importo del canone fisso d'affitto. La De Marco rivendica la privacy degli imprenditori che hanno affittato per tutta l'estate la Fiera e per questa ragione non ritiene di comunicare a nessuno quanto verseranno alla Spa partecipata da Provincia, Camera di Commercio e Comune di Udine. Intanto sono gli stessi soci e taluni dipendenti dell'Ente Fiera Spa di Udine e Gorizia a sollevare alcuna perplessità sulla continuità del periodo di affitto, sui canone troppo basso e sulla "concorrenza" sleale ai locali di Udine e Lignano, tenendo conto che a sedere nel cda c'è anche un commerciante del centro storico udinese.