il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

AUSSA: NEL 2004 BRATTA RIDUCE IL CANONE DI AFFITTO

Tullio Bratta nel 2004, già dirigente di Giovanni Fantoni (vedi foto), allora potente presidente di Confindustria Udine, allo scadere del contratto di affitto con le imprese portuali, fece fare una perizia all'agenzia del territorio per stabilire il canone minimo di affitto da applicare alle imprese. Il valore risultò circa di 600mila euro annuo.Tuttavia il suo cda decise di applicare prima uno sconto a 360mila euro e successivamente applica il canone definitivo da 200mila euro annui. All'epoca dei fatti, Giovanni Fantoni era il più grosso cliente del porto e logicamente interessato a mantenere tariffe basse. Se non ci fosse stato quel forte calo del canone di affitto le entrate sarebbero state notevolmente superiori per il Consorzio e le casse avrebbero respirato maggiormente. Nulla di illecito in tutto ciò...solo una riflessione.